Tutto quello che devi sapere su come regolare il flusso d’aria dell’atomizzatore

come regolare aria atomizzatore

Flusso d’aria dell’atomizzatore: come regolarlo per una migliore esperienza di vaping

Se hai deciso di aprire questo articolo significa che vorresti sapere come si regolino i fori dell’atomizzatore e perché la loro dimensione sia così importante, giusto?

Optare per dei fori più o meno grandi, infatti, può cambiare notevolmente la tua esperienza di vaping.

Se ti stai domandando in che modo, continua a leggere questo articolo, fa sicuramente al caso tuo!

flusso d'aria atomizzatore

L’importanza del flusso d’aria dell’atomizzatore

Quando si aspira, nell’atomizzatore si crea un vuoto che attira l’aria attraverso dei fori, che la raffreddano e provocano un fenomeno di condensazione, da cui deriva il vapore vero e proprio.

Devi sapere, infatti, che ogni atomizzatore ha dei fori dai quali passa l’aria quando lo svapatore aspira dal beccuccio. Quest’aria entra nei fori e raggiunge la resistenza che nel frattempo si sta scaldando, grazie all’energia fornita dalla batteria: qui porta via con sé il vapore generato dal calore e poi esce, per l’appunto, dal beccuccio, ed è pronta per essere svapata.

Questi fori sono regolabili, quindi più ampio è il loro diametro, più facile è il passaggio di aria e, di conseguenza, la produzione di vapore. Infatti, è possibile renderli più o meno grandi in base al flusso d’aria desiderato, il che influenza notevolmente l’esperienza di vaping.

In che modo?

Semplice: se fai entrare tanta aria, allora viene prodotto più vapore e la resistenza si scalda di meno (perché l’aria aiuta a dissipare il calore); tuttavia, il gusto è meno intenso e si tende a consumare più liquido elettronico. Viceversa, se si fa entrare meno aria si avrà un gusto più intenso e un consumo minore di e-liquid, ma il vapore prodotto sarà minore e la temperatura più elevata.

Leggi anche: Atomizzatore non riconosciuto: cosa fare quando leggi l’avviso ‘no atomizer’

Regolare il flusso d’aria dell’atomizzatore: la differenza tra fori regolabili e fori fissi

Come abbiamo detto poco fa, la maggior parte degli atomizzatori di oggi ha un controllo del flusso d’aria regolabile.

Cambiare le dimensioni del foro d’aria richiede pochi secondi e si può passare liberamente, in base alle preferenze del proprietario della e-cig, da un foro d’aria di diametro piccolo a uno più grande.

Gli atomizzatori di vecchia concezione, invece, hanno solitamente fori d’aria fissi posizionati lateralmente. Se si desidera un foro d’aria più grande, è necessario forarlo manualmente.

Sono gli atomizzatori con questo tipo di design che hanno il potenziale di creare la maggiore quantità di vapore. Non è raro vedere una variante di questo tipo (due fori dell’aria estremamente grandi) utilizzata con le dual coil nelle cosiddette ‘gare di svapo’.

Ma non è tutto.

La dimensione dell’atomizzatore influisce sul vapore e sul sapore. Gli atomizzatori più piccoli (in particolare, la camera in cui viene vaporizzato l’e-liquid) rendono i sapori più pronunciati e la svapata più calda.

flusso d'aria dell'atomizzatore

Flusso d’aria dell’atomizzatore: meglio fori grandi o piccoli? La risposta è: “dipende”

La scelta della dimensione dei fori dipende da quello che uno cerca in base al gusto e alla quantità di vapore.

Come abbiamo detto, l’aumento del flusso d’aria consente di raffreddare maggiormente le bobine, rendendo il vapore più confortevole da inalare e aumentando il volume.

Facciamo un esempio.

Supponiamo che si vogliano svapare nuvole più grandi. In questo caso, il modo più semplice è utilizzare un serbatoio sub ohm progettato per aumentare il flusso d’aria e produrre più vapore, soprattutto se abbinato a una batteria ad alta potenza.

Inoltre, considera che se possiedi un atomizzatore con resistenze che tendono a durare meno di quanto si desidera, allora è preferibile aumentare l’apertura dei fori in modo da farli scaldare di meno. Il troppo calore, lo ribadiamo, rovina le resistenze più velocemente.

D’altro canto, far entrare più aria significa dover affrontare una spesa maggiore perché si consuma più e-liquid.

Tieni presente che le coil devono essere posizionate il più vicino possibile al foro dell’aria per massimizzare l’efficienza. Più sono lontane, meno vapore viene prodotto. Tuttavia, è fondamentale assicurarsi che la bobina non tocchi alcuna parte del tappo superiore o della base dell’atomizzatore, perché questo causerebbe un cortocircuito, con il risultato di rovinare la batteria.

I fori dell’aria più piccoli, invece, offrono un migliore colpo in gola e sapori più pronunciati.

Per concludere, un’altra cosa da considerare sono le preferenze personali del vaper.

Per chi preferisce svapare di guancia (cioè aspirando prima il vapore nella bocca e poi inalandolo), si dovrebbe regolare un flusso d’aria più contenuto. Chi preferisce svapare di polmone (cioè aspirando direttamente nei polmoni) dovrebbe regolare il flusso in modo che sia più abbondante.

Leggi anche: Quanti tipi di coil per sigaretta elettronica esistono e come scegliere quella più adatta

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto come regolare il flusso d’aria dell’atomizzatore della sigaretta elettronica. La scelta di regolare i fori a una certa dimensione dipende da numerosi fattori e, uno fra tutti, dai gusti dello svapatore.

Se preferisci un sapore più intenso è preferibile optare per dei fori più piccoli, se invece vuoi che la resistenza non si surriscaldi troppo è preferibile aumentare il loro diametro.