Quando cambiare la resistenza della sigaretta elettronica?

come cambiare resistenza sigaretta elettronica

Tutto sulla resistenza della sigaretta elettronica: quanto dura, quando cambiarla e come fare.

Se ti stai avvicinando al mondo dello svapo e vuoi acquistare (o hai già acquistato) la tua prima sigarette elettroniche, vorrai probabilmente sapere quando è arrivato il momento di sostituire la resistenza.

Questa componente dell’e-cig è fondamentale per la corretta vaporizzazione dei liquidi sigaretta elettronica. È una componente dell’atomizzatore costituita da un filo metallico, negli atomizzatori rigenerabili, o da una testina in metallo (coil) contenente del cotone al proprio interno.

Il cotone ha il compito di assorbire i liquidi svapo, mentre la resistenza riscalda e vaporizza il liquido base sigaretta elettronica. La coil o il filo metallico svolgono dunque una parte fondamentale nell’esperienza di svapo, ma non hanno una vita infinita.

Vuoi sapere quando cambiare resistenza alla sigaretta elettronica, come capire che è arrivato il momento e come fare?

Leggi l’articolo e lo scoprirai!

Quanto dura una resistenza per sigaretta elettronica?

durata media resistenza sigaretta elettronica

Come ti abbiamo anticipato, sia le coil che le resistenze fai da te non hanno una vita infinita, ma vanno sostituite periodicamente.

La durata di una resistenza per e-cig dipende principalmente dalla frequenza di utilizzo del dispositivo (più svapi, più spesso dovrai cambiare la resistenza) ma anche da ulteriori fattori, tra cui:

  • La tipologia di aroma utilizzato: gli aromi sintetici lasciano meno residui sulle resistenze, al contrario di quelli organici il cui utilizzo riduce, quindi, la vita delle testine.
  • Il tipo di cotone, per quanto riguarda le resistenze fai da te.
  • La tipologia di tiro. Chi fa tiri continui e frequenti sollecita in maniera continuativa la resistenza dell’atomizzatore e ne accorcia la vita.

Tendenzialmente, le resistenze della sigaretta elettronica hanno una durata compresa tra una settimana e un mese. Chi fa un uso frequente dell’e-cig avrà bisogno di cambiare spesso questa componente, mentre chi ne fa un uso sporadico può anche aspettare alcune settimane tra una sostituzione e l’altra.

Diciamo che 1 mese è il limite massimo, ma chi è un vaper assiduo potrà affermare di non esser mai arrivato a questa scadenza, a meno che non utilizzi più dispositivi alla volta!

Comunque sia, queste tempistiche medie ti offrono un piccolo aiuto sui tempi di sostituzione delle coil o del filo resistivo. Ci sono però dei segnali ben chiari che ti manda la tua e-cig e che non dovresti trascurare anche se è passato poco tempo dall’ultimo cambio.

Leggi anche: Resistenze per sigarette elettroniche: come usarle, quando cambiarle e dove acquistarle.

Come capire che è arrivato il momento di cambiare resistenza all’atomizzatore? Ecco i segnali da non trascurare.

Esiston 3 segnali principali che ti fanno capire quando cambiare resistenza alla sigaretta elettronica. Ecco, di seguito, quali:

  • Sapore di bruciato: se la tua resistenza è arrivata al termine della propria vita, sentirai un sapore acre e di bruciato durante lo svapo. Il sapore può essere davvero sgradevole ma niente paura: una volta sostituita la resistenza potrai sentire il vero aroma del liquido.
  • Blanda produzione di vapore: una bassa produzione di vapore può dipendere sia dalla resistenza esausta sia dalla batteria scarica. Se la batteria della sigaretta elettronica è carica, allora controlla lo stato della resistenza, la quale necessiterà – molto probabilmente – di una sostituzione.
  • Aroma diverso dal normale o quasi impercettibile: se l’aroma del tuo liquido è molto blando oppure assume delle sfumature fastidiose e non convenzionali, allora è probabilmente arrivato il momento di cambiare la resistenza. Il sapore diverso dalla norma potrebbe dipendere anche dal fatto che, nella resistenza, ci siano residui di liquidi svapo usati in precedenza. Cambiare coil o filo resistivo è il modo migliore per godersi il vero aroma dei prodotti vaporizzati!

Leggi anche: Sigaretta elettronica iJustmini: prezzo, caratteristiche e vantaggi dello starter kit Eleaf

Ma come sostituire una resistenza?

Ecco come cambiare la coil o il filo resistivo alla tua sigaretta elettronica

Sostituire la testina di un atomizzatore e cambiare il filo resistivo fai da te sono due procedure estremamente diverse tra loro. Possiamo decisamente affermare che la sostituzione di una coil è più semplice e immediata rispetto alla preparazione del filo, ma la scelta dipende principalmente dai gusti personali e dall’esperienza del vaper.

Nello specifico, gli atomizzatori non rigenerabili utilizzano testine pronte all’uso (e puoi inserire con una semplice pressione delle dita), dunque sono ideali per i neofiti.

In entrambi i casi, ti consigliamo di visionare dei video tutorial che ti spieghino nei dettagli come rigenerare una resistenza o come cambiare una testina, poiché molto più chiari rispetto ai tutorial scritti.

Ad esempio, se hai un atom rigenerabile, noi di Terpy ti consigliamo questo tutorial approfondito de Il Mio Angolo dello Svapo, in cui ti viene spiegato sia il metodo che l’occorrente necessario:

Se invece ti stai chiedendo come sostituire una coil, nel video sottostante de Il Santone dello Svapo puoi scoprire come cambiare resistenza alla sigaretta elettronica Eleaf IJust Mini, che trovi anche sul nostro shop online:

In conclusione

Ora sai quando è il momento di sostituire la resistenza della sigaretta elettronica, quali sono i segnali che ti fanno capire che è arrivato il momento e hai a disposizione due video che ti mostrano come fare.

Hai bisogno di acquistare liquidi sigaretta elettronica con nicotina o senza, basi, aromi e tanti altri prodotti per lo svapo, resistenze comprese?

Visita subito il nostro shop Terpy.it! Ti aspettiamo!