Cosa indicano i watt nella sigaretta elettronica e a quanto dovresti impostare la potenza del tuo dispositivo

Watt sigaretta elettronica

Impara a regolare la potenza e lo svapo sarà ancora più gustoso: ecco come trovare quella ideale per te

Se sei un ex fumatore e hai appena intrapreso il tuo viaggio nel mondo dello svapo, potresti avere le idee un po’ confuse di fronte a una marea di nuove informazioni con le quali sei venuto a contatto.

Consumare una bionda era davvero comodo: non dovevi fare altro che accenderla, portarla alla bocca et voilà.

Il tuo nuovo dispositivo elettronico per lo svapo, invece, riporta tutta una serie di numeri che potresti far fatica a capire: probabilmente, vedi una W indicata sul display e, forse, il negoziante che ti ha venduto l’e-cig ti ha spiegato che quella lettera sta per ‘watt’ e che si tratta di una grandezza che devi impostare nel modo corretto per gustarti al meglio i tuoi e-liquid.

Ma qual è di preciso questo valore?

In questo articolo ti spiegherò nel dettaglio cosa sono i watt nella sigaretta elettronica e come impostarli in modo da goderti al massimo le tue sessioni di svapo.

Donna in penombra che svapa con la sua e-cig

La potenza ideale per il tuo dispositivo? Questione di fisica

Per molti nuovi vapers, una sigaretta elettronica impostata su una potenza bassa (ad esempio, inferiore a 20 W) offre la migliore esperienza entry-level. Tuttavia, se lo svapo diventa un hobby, potresti preferire investire in un dispositivo o mod più potente.

Ma come sfruttarla al meglio?

Per rispondere a questa domanda ci sono alcuni principi scientifici che dovresti conoscere. Prenderti del tempo per impararli ti aiuterà a ottenere il massimo dalla tua esperienza di svapo.

Volt e watt non sono la stessa cosa: ecco la relazione tra queste due grandezze

Il voltaggio (V), ovvero la tensione, indica la ‘pressione elettrica’ all’interno della batteria. Maggiore è questa grandezza, più velocemente viene riscaldata la resistenza delle sigarette elettroniche. Come vedremo di seguito, la tensione e la potenza sono collegate tra di loro.

Le persone spesso confondono il wattaggio con la tensione. Tuttavia, si tratta di grandezze fisiche distinte, che sono in relazione tra loro attraverso la seguente formula: W = V x A. Quest’ultima lettera, la A, indica gli ampere, l’unità di misura dell’intensità elettrica.

Ad ogni modo, senza perderci in complicate spiegazioni, ti basti sapere che la formula che ti ho indicato spiega che i watt e i volt di un dispositivo elettronico aumentano in modo direttamente proporzionale. In altre parole, incrementando una di queste grandezze, aumenta conseguentemente anche l’altra.

Se si cambia la potenza, si cambia automaticamente la tensione. Al contrario, la modifica della tensione può causare uno sbalzo di corrente incontrollato che può essere pericoloso per il dispositivo. Questo è il motivo per cui molte persone preferiscono le mod a wattaggio variabile piuttosto che a voltaggio variabile.

Leggi anche: Guida step by step alla miscelazione dei liquidi per sigaretta elettronica fai da te.

Cosa sono gli ohm e in che modo influiscono sul wattaggio

In parole povere, gli ohm misurano la quantità di energia elettrica che può passare attraverso la coil. Indipendentemente dalle dimensioni delle batterie che stai utilizzando, infatti, la tua resistenza può trasportare solo un certo quantitativo di corrente.

Maggiore è il valore degli ohm, meno corrente può passare attraverso la resistenza in un determinato momento. Tutto questo si traduce in una diminuzione della potenza. Al contrario, più bassi sono gli ohm, maggiore è il wattaggio che può essere applicato, il che significa che la sigaretta elettronica raggiungerà temperature più elevate.

Cosa succede quando si aumenta la potenza di una sigaretta elettronica? Ecco come i watt influenzano lo svapo

Temperatura

Come abbiamo spiegato, maggiore è la potenza fornita al dispositivo, più si scalda la resistenza e, di conseguenza, modificando il wattaggio si può influire sulla temperatura del vapore. Ti piacciono i nuvoloni caldi? Aumenta la potenza della tua e-cig. Al contrario, se preferisci che il vapore del tuo dispositivo sia più fresco, non devi far altro che diminuire i watt.

Hit

Quando una resistenza viene spinta a wattaggi elevati, è in grado di produrre più vapore e di aumentare la quantità di nicotina inalata per ogni boccata. Di conseguenza aumenta anche l’hit in gola.

Se ti piace sentire quel pizzicore alla gola che tutti i vaper conoscono, usa un wattaggio più alto. Se, invece, preferisci una svapata più leggera puoi ridurre l’hit diminuendo la potenza.

Sapore

La temperatura della resistenza può influire sul sapore del tuo e-liquid e ogni tipologia di aroma viene esaltata da determinati wattaggi.

Ad esempio, i liquidi al mentolo danno il meglio a basse potenze e quindi a temperature più fredde, in quanto questo permette di evidenziare le loro caratteristiche balsamiche.

D’altra parte, i liquidi cremosi vengono esaltati ad alti wattaggi perché il calore permette di cogliere al massimo le loro note aromatiche.

Consumo di e-liquid

Com’è facile immaginare, incrementando la temperatura della resistenza si aumenta anche il consumo dei liquidi per sigaretta elettronica. Da un lato, è un bene per chi gradisce esalare degli enormi nuvoloni. Dall’altro, questo significa essere costretti a comprare più spesso gli e-liquid.

Pensa che alcuni vaper amanti del cloud chasing possono riuscire a consumare anche 10 ml di liquido in un solo giorno!

Per questo motivo, se vuoi risparmiare un po’ sulla spesa per lo svapo, potresti impostare il tuo dispositivo a bassi wattaggi.

Sigaretta elettronica poggiata su un tavolino in legno

Durata della resistenza

Più aumenti il wattaggio della tua e-cig, maggiore è lo stress sopportato dalla resistenza e minore è la sua durata perché aumenta la possibilità che si bruci a causa dell’alta temperatura.

Nella peggiore delle ipotesi, potresti iniziare a sentire un terribile saporaccio: è il segnale che hai preso quella che, in gergo, i vaper chiamano steccata.

Se ti accorgi che il vapore sa ‘di bruciato’, la resistenza ti sta comunicando che sta per finire il suo ciclo di vita. In questo caso, prova a diminuire il wattaggio: potresti riuscire a farla durare qualche giorno di più prima di doverla cambiare.

Durata della batteria

Ovviamente, più potenza eroghi con la tua sigaretta elettronica e più energia consumano le batterie. Se ti abitui a svapare a wattaggi alti, potresti notare una netta diminuzione della loro durata: un inconveniente di poco conto, quando hai con te delle batterie di ricambio.

E se non ne hai e, magari, ti ritrovi fuori di casa e non puoi ricaricare la sigaretta elettronica in nessun modo?

Beh, in questo caso, la soluzione ideale è abbassare il wattaggio in modo da risparmiare l’energia elettrica ancora disponibile e aumentare la durata delle batterie.

Insomma, quale wattaggio devo utilizzare per la mia sigaretta elettronica?

Adesso sai come la potenza erogata influisce sul tuo dispositivo, ma come fai a sapere quale wattaggio usare?

Ogni resistenza è costruita in modo da funzionare in maniera ottimale a un determinato intervallo di potenza che viene indicato sulla coil stessa e, spesso, anche sulla confezione nella quale è contenuta.

Per capire quale potenza applicare, controlla quali sono i valori suggeriti per il prodotto che stai utilizzando e inizia dal wattaggio più basso. Quindi, alzalo gradualmente di un watt o due alla volta, senza prendere boccate troppo lunghe in modo da accorgerti subito di qualunque segnale indichi una potenza eccessiva.

Se il tuo atomizzatore diventa troppo caldo o inizi a sentire sapore di bruciato, fermati e diminuisci il wattaggio. Sperimenta in questo modo fino a individuare la potenza ideale per te e il gioco è fatto.

Leggi anche: I riscaldatori di tabacco fanno male? Ecco perché le sigarette elettroniche sono ancora la migliore alternativa al fumo

In conclusione

In questo articolo ti ho spiegato cosa sono i watt e ti ho dato alcuni consigli per impostarli in modo da regolare il tuo dispositivo in linea con i tuoi gusti.

Come avrai notato, non esiste una potenza precisa che va bene per qualunque vaper: il valore ideale dipende da una miriade di fattori, tra i quali rientrano anche i gusti personali di chi svapa. Per questo motivo, ho deciso di impostare l’articolo in modo da fornirti una guida pratica con tutte le informazioni necessarie per scoprire da solo qual è la potenza più adatta per te.

Prima di salutarti, ti invito a dare uno sguardo all’ampia scelta di liquidi per sigaretta elettronica disponibili su Terpy. Grazie alle informazioni che ti ho dato, potrai goderti al massimo tutti i nostri prodotti con la tua fidata sigaretta elettronica!