Mod meccaniche: cosa sono, come si usano e perché non sono la scelta giusta per i principianti

Cosa sono le mod meccaniche e come usarle?

Molto più potenti perché prive di adeguati sistemi di sicurezza

Fai parte degli appassionati del settore, partecipi al cloud chasing o esegui i più folli trick di svapo? Se sì, è probabile che abbia già usato o quantomeno sentito parlare di mod meccaniche.

Per i neofiti o, più in generale, le persone che non hanno la più pallida idea di cosa siano le mod meccaniche e di quale sia il loro metodo di funzionamento, l’intera faccenda potrebbe sembrare complessa e, quindi, difficile da comprendere.

Gli appassionati di vaping che guardano i video sul web, invece, spesso si incuriosiscono quando vedono dispositivi per lo svapo completamente diversi da quelli venduti nei loro negozi di fiducia. Le mod meccaniche, note anche come “mech mod“, infatti, sono le più utilizzate dai vaper professionisti.

Ma come si usano le mod meccaniche? Come funzionano le mod meccaniche? Le mod meccaniche sono pericolose?

In questo post, condivido con te le informazioni principali su questi dispositivi e ti spiego perché, se sei un principiante, dovresti optare per soluzioni alternative.

Leggi anche: Cosa indicano i watt nella sigaretta elettronica e a quanto dovresti impostare la potenza del tuo dispositivo

Cosa sono e come funzionano le mod meccaniche?

Una mod meccanica, o non regolata, è un apparecchio incredibilmente semplice, molto più di quanto un vaper inesperto possa immaginare.

Semplicemente, si tratta di una sigaretta elettronica che fornisce energia a batteria pura (in sostanza, elettricità) all’atomizzatore. È un’apparecchiatura di base, più semplice di una normale e presenta i componenti fondamentali che si possono trovare in qualunque dispositivo, come l’alloggiamento, la batteria e l’atomizzatore.

Quando le 3 singole sezioni filettate, l’interruttore, il connettore 510 e l’alloggiamento con la batteria sono collegati insieme, formano la base della mod meccanica.

Una volta azionato l’interruttore, viene creato il circuito elettrico e la tensione della batteria viene applicata al pin centrale del connettore 510. Rilasciando l’interruttore, la tensione applicata al connettore 510 viene scollegata.

Ora, quando l’atomizzatore (serbatoio) o un RBA/RTA viene avvitato nel connettore 510, una volta azionato l’interruttore, la corrente fluisce attraverso la bobina del serbatoio. A sua volta, la bobina del serbatoio si riscalda e vaporizza l’e-liquid contenuto nel serbatoio.

Una cosa importante da ricordare è che quando si preme l’interruttore, la potenza della batteria si sprigiona sulla resistenza.

Non ci sono funzioni di sicurezza, né di protezione e la corrente verrà assorbita direttamente dalla batteria.

La corrente assorbita, poi, è regolata dalla resistenza della bobina montata all’interno del serbatoio o dell’atomizzatore.

Inoltre, più bassa è la tolleranza della resistenza, più corrente verrà prelevata dalla batteria.

Anche la potenza (il wattaggio, per intenderci) a cui si svapa è definita dalla resistenza della coil e non c’è modo di intervenire sulla regolazione della stessa su una mod meccanica. Per operare un corretto utilizzo, quindi, è necessario avere abbastanza chiari i principi della fisica che entrano in gioco.

Con la mod meccanica non puoi regolare la potenza di svapo

Le mod meccaniche sono pericolose?

Diciamo le cose come stanno. Vuoi usare una mech mod? Tira fuori i libri di fisica e comincia a studiare. Quando sarai in grado di recitare i principi della legge di Ohm, di calcolare gli amperaggi e i valori delle batterie nel sonno, forse potrai ritenerti all’altezza. Maneggiare una mech mod senza la piena conoscenza di questi elementi, infatti, può essere molto pericoloso.

Nel 2018, per esempio, un uomo di 38 anni della Florida è morto, a causa dell’esplosione della sua mod meccanica. La “svapata esplosiva” che lo ha ucciso ha causato, come è normale che sia, molta confusione sulla sicurezza delle e-cig.

A questo proposito, proviamo a fare chiarezza.

I rischi di esplosione delle mod meccaniche possono dipendere principalmente da due fattori: il primo è il classico rischio presentato da qualunque dispositivo a batteria; il secondo, invece, è direttamente collegato a un utilizzo improprio della potenza illimitata delle mod meccaniche.

Quando, poi, si cerca di manipolare il voltaggio di tali dispositivi – che, come abbiamo detto, non hanno blocchi di sicurezza – i rischi aumentano esponenzialmente.

Per cercare di limitare le possibilità di esplosione, alcuni dispositivi sono dotati di appositi sfiati per alleggerire la pressione in caso di accumuli di gas, ma come dicevo, non tutti ne sono provvisti. L’uso di una mech mod senza ventilazione, quindi, è altamente sconsigliato.

Per scongiurare il più possibile i pericoli connessi alle esplosioni delle batterie, il consiglio – specialmente nel caso di vaper principianti – è quello di optare per modelli maggiormente sicuri, come le mod elettroniche.

Leggi anche: Guida step by step alla miscelazione dei liquidi per sigaretta elettronica fai da te

Mod elettroniche: di gran lunga più sicure di quelle meccaniche

Quando si parla di vaping, bisogna tenere presente che esistono decine di dispositivi diversi, ma le due categorie principali sono mod meccaniche o elettroniche.

Le mod regolate, altro modo di identificare quelle elettriche, costituiscono la stragrande maggioranza dei dispositivi di vaping presenti sul mercato e contengono schede di circuito per regolare la corrente e le funzioni di controllo.

Il flusso di potenza e i meccanismi di sicurezza integrati, come la protezione dal surriscaldamento e dai cortocircuiti, sono tutti inclusi. I dispositivi a voltaggio e wattaggio variabile fanno parte di questa famiglia.

Le mod non regolate, invece, sono costituite da una bobina collegata direttamente a una batteria. La differenza direi che è abbastanza evidente: non sono presenti meccanismi di regolazione o sicurezza.

L’energia grezza della batteria, infatti, viene erogata a un atomizzatore senza circuiti elettronici, regolazioni di potenza o funzioni di sicurezza.

Insomma, non certo una garanzia in fatto di tranquillità!

Svapare in sicurezza con mod elettronica

Per concludere, le mod meccaniche non sono la scelta migliore per i principianti dello svapo

A meno che non abbia una conoscenza approfondita del funzionamento di una mod meccanizzata e di come funzionano la corrente e la resistenza, non ti consiglio di usare un dispositivo non regolato.

Per utilizzarle in sicurezza, infatti, dovresti avere conoscenze approfondite sulla sicurezza delle batterie, sulla corrente elettrica, sul funzionamento della resistenza e sulla legge di Ohm. In questo caso allora si che una mod meccanica può essere un’opzione valida.

Per evitare gravi incidenti, quindi, le mod regolate sono la scelta migliore. Molte di esse hanno, inoltre, una modalità di bypass, quindi se volessi svapare in stile meccanico potresti comunque farlo.

Una mod regolata, quindi, è in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi stile di svapo e permette di beneficiare di tutti i meccanismi di sicurezza del caso.

Se sei alle prime armi con il vaping, scegli, dunque, una mod regolata. Approfitta della tecnologia e lascia che faccia il suo lavoro mentre tu pensi solo a goderti lo svapo.

Prima di chiudere, invitiamo i vaper che hanno letto questo articolo a dare uno sguardo a tutti gli ottimi articoli che puoi trovare sullo shop di Terpy, l’azienda numero 1 nel settore dei prodotti per lo svapo.

Ti aspettiamo sul nostro portale!