Sigaretta elettronica e mal di testa da svapo: perché succede e come evitare che ricapiti ancora

Sigaretta elettronica e mal di testa da svapo

Cosa può causare effetti collaterali dello svapo come emicrania e cefalea

Iniziare a svapare è una decisione che tante persone prendono per cercare di diminuire il consumo di sigarette analogiche o addirittura per tentare di smettere di fumare del tutto. Pur essendo un’attività decisamente meno dannosa rispetto al fumo tradizionale, anche lo svapo della sigaretta elettronica può avere effetti collaterali, alcuni dei quali possono essere piuttosto fastidiosi e invasivi.

In questo articolo scoprirai che correlazione può esserci tra il mal di testa e lo svapo e in che modo puoi rimediare a tale situazione.

Con lo svapo può venire mal di testa

Con lo svapo può venire mal di testa: ecco perché

Diverse persone dopo aver inalato una certa quantità di vapori prodotti dai liquidi per sigaretta elettronica accusano questo fastidio, spesso e volentieri accompagnato da una sensazione di secchezza in bocca e nella gola.

Naturalmente le reazioni possono variare da persona a persona e questo malessere può avere diversi gradi di dolore, anche se nella maggior parte dei casi il mal di testa da svapo non è fortissimo e raramente diventa acuto. Tuttavia, i fattori che possono causare l’insorgere di giramenti di testa, cefalea ed emicrania post vaping possono essere vari.

Il principale è indubbiamente la quantità di nicotina presente nei liquidi da svapo. Questa sostanza, principale responsabile della dipendenza dal fumo, è un componente che la maggior parte dei vaper utilizza per disabituarsi gradualmente alla sigaretta tradizionale. Tuttavia, se la nicotina liquida assunta con lo svapo è superiore alla soglia tollerata, esiste la possibilità che il mal di testa si manifesti.

Non necessariamente, però, questo effetto collaterale è legato all’eccesso di nicotina. Nella composizione della base eliquid, infatti, c’è un elemento – il glicole propilenico – che in alcune persone genera disidratazione, situazione alla quale il corpo può reagire con il mal di testa. Inoltre, tra le cause di questo effetto collaterale può esserci anche la presenza, nei liquidi, di aromi o ingredienti mal tollerati.

Come già detto, il mal di testa da svapo è molto meno intenso di quello causato dal fumo della sigaretta tradizionale. Scopriamo perché.

Leggi anche: Quanta nicotina assumiamo con la sigaretta elettronica? Facciamo chiarezza

Perché può venire mal di testa dopo aver fumato

Per capire come mai il fumo della sigaretta faccia venire un mal di testa più forte e persistente rispetto a quello che in alcuni casi provoca lo svapo è sufficiente distinguere i due processi mediante i quali avviene l’inalazione. Mentre la sigaretta elettronica prevede la vaporizzazione dei liquidi, quella analogica prevede la combustione.

Durante questo processo sia il tabacco sia la carta vengono bruciati; pertanto, a ogni tiro vengono introdotte nell’organismo tantissime sostanze nocive e tossiche come la nicotina, il catrame e il monossido di carbonio. È più che normale, dunque, che chi fuma molte sigarette venga colpito da un mal di testa acuto e di lunga durata.

La nicotina, protagonista anche nello svapo, può causare vasocostrizione e aumento della frequenza cardiaca. Questo mix fa sì che il flusso sanguigno nella zona del capo non sia ottimale e il corpo reagisca con cefalea o emicrania. Il monossido di carbonio, invece, è il principale responsabile dei giramenti di testa in alcune persone con il vizio del fumo.

Diciamolo chiaramente: tra i tanti motivi che convincono un fumatore a cercare di abbandonare questo vizio c’è anche la volontà di liberarsi del mal di testa, e il fatto che questo effetto collaterale possa riproporsi (seppure in forma minore) anche con lo svapo non è certo un aspetto gradito.

Fortunatamente, se il problema si manifesta con lo svapo è possibile porre rimedio. Vediamo come.

Tra gli effetti collaterali dello svapo c'è anche il mal di testa

Mal di testa da svapo: come prevenire e risolvere il problema

Appurate le possibili cause del mal di testa da svapo, vediamo in che modo dovresti agire per evitare questo fastidioso effetto collaterale. Per prima cosa è importante leggere quali sono i componenti presenti nel liquido in modo da avere la certezza che non ci siano aromi da svapo ai quali sei allergico (o allergica) o che ti danno un effetto sgradevole.

Se la base eliquid ha una percentuale troppo alta di glicole propilenico e pensi che il tuo mal di testa sia dovuto a questo elemento, invece, passa a un liquido che ne contiene meno.

E ora veniamo alla nicotina. Qualora alla radice del tuo mal di testa da svapo ci fosse un eccesso di tale sostanza hai due possibilità per risolvere il problema: abbassa il dosaggio di nicotina nei tuoi liquidi tabaccosi, cremosi o fruttati oppure diminuisci la frequenza con cui svapi.

A prescindere da tutto, un modo per prevenire l’insorgere del mal di testa è mantenere una buona idratazione; pertanto, bere molta acqua può aiutarti a evitare che questo effetto collaterale si manifesti durante e dopo lo svapo.

Leggi anche: Come scegliere il drip tip ideale per le tue abitudini di svapo

In conclusione

Qualunque sia l’origine del tuo mal di testa legato allo svapo, una soluzione esiste. A meno che il dolore non sia troppo forte e frequente (in tal caso faresti bene a parlarne con un medico), puoi provare a fronteggiare questa situazione con qualche piccolo accorgimento.

Su Terpy troverai liquidi per lo svapo con svariati dosaggi di nicotina e di glicole propilenico e tutto l’occorrente per creare liquidi personalizzati in base alle tue preferenze e necessità.

Ti aspettiamo su Terpy.it!