Sigaretta elettronica: con quanta nicotina iniziare? Consigli ed errori da evitare.

Con quanta nicotina iniziare a svapare?

Se stai pensando di iniziare a svapare, tieni presente che il dosaggio della nicotina è fondamentale.

Fumare fa male.

Il fumo di sigaretta, infatti, è ad oggi la causa principale di diverse problematiche anche molto gravi connesse al tuo stato di salute, in primis il cancro ai polmoni, ma anche alla bocca o alla gola.

Quando hai iniziato a fumare, probabilmente non pensavi di trovarti in breve tempo così dipendente dalle sostanze contenute nelle sigarette, prima fra tutte la nicotina.

Il problema maggiore quando un fumatore prova a smettere, infatti, è proprio la dipendenza fisica e psicologica in cui si trova, che rende davvero difficile liberarsi del vizio.

Passare alla e-cig può essere un valido aiuto per iniziare ad allontanarti dalle sigarette e da tutte le conseguenze nocive che queste possono provocare, ma è importante valutare una serie di cose che possono fare la differenza nel tuo percorso di disintossicazione dalla nicotina.

Dosare a dovere la nicotina di cui hai bisogno è la prima cosa da fare per evitare di compiere errori che potrebbero portarti a tornare alle sigarette prima di quanto pensi.

In questo articolo ti spiego quali sono le valutazioni che dovresti fare per rendere la tua esperienza di svapo più vicina possibile alle tue esigenze.

Leggi anche: Disintossicazione da nicotina: quali sono i rimedi più efficaci per superare la dipendenza.

Il dosaggio della nicotina: perché è fondamentale?

Il dosaggio della nicotina è fondamentale

Iniziamo col dire che non esiste un’intensità di nicotina universalmente adatta a tutti. Questo perché le sigarette disponibili in commercio non sono tutte uguali. Ne esistono, infatti, più o meno forti e il grado di intensità è determinato proprio dal livello di nicotina che contengono.

Inoltre, non tutti i fumatori consumano la stessa quantità di sigarette al giorno. Determinare un livello di nicotina standard con cui iniziare a svapare è quindi impossibile.

Per farlo, avrai bisogno di valutare il tipo e la quantità di sigarette che fumi abitualmente. Solo così potrai fare una stima sensata dell’intensità di nicotina da svapare con la tua nuova sigaretta elettronica.

Questa fase è molto importante e ti spiego subito perché.

Qualunque sia la ragione per cui intendi passare alla sigaretta elettronica – immagino per provare a smettere di fumare – è fondamentale che tu ti prenda il tempo necessario per liberarti gradualmente della dipendenza dalla nicotina.

Anche se parti con i migliori propositi, tieni presente che il tuo organismo ha bisogno di disintossicarsi e per farlo senza crearti troppi problemi non può trovarsi di punto in bianco privato di una sostanza che reputa indispensabile.

Tornando quindi al dosaggio migliore, come ti dicevo, devi calibrarlo in base alle tue abitudini in fatto di fumo e essere determinato nel voler eliminare le sigarette tradizionali. Così facendo, potrai garantire al tuo organismo l’apporto di nicotina di cui necessita, eliminando però tutti i danni connessi alla combustione.

Lo sbaglio più comune che fanno i novellini dello svapo è quello di partire da un dosaggio di nicotina troppo basso rispetto a quello a cui sono abituati.

Se anche tu dovessi fare questa scelta, quasi sicuramente ti troverai a svapare compulsivamente cercando quella soddisfazione che ti dava la sigaretta – senza ottenerla ovviamente – e a non riuscire a eliminare il fumo tradizionale, perché il tuo cervello ti spingerà a cercare la nicotina che gli manca.

Capisci bene che questa situazione non è per niente funzionale al raggiungimento del tuo obiettivo.

Per poter iniziare a valutare un abbassamento della concentrazione di nicotina assunta, è fondamentale essere arrivati all’eliminazione totale del fumo di sigaretta tradizionale.

Oltre alla questione legata alla dipendenza in sé, è bene che tu consideri anche il fattore hit. Mi spiego. Quando fumi una sigaretta percepisci una sorta di grattino alla gola (il colpo o hit appunto) che può essere più o meno marcato ancora una volta in base all’intensità del tabacco che stai fumando. Non percepirlo significa provare un’esperienza insoddisfacente.

Lo stesso succede con le sigarette elettroniche. Se il liquido che hai scelto di svapare è troppo blando, la mancanza dell’hit ti spingerà a cercare soddisfazione diversamente. E come potresti ottenerlo, senza tornare al tabacco?

Aumentando la nicotina del tuo e-liquid.

Ma attenzione a non esagerare. Se dovessi, infatti, aumentarla troppo, ti troveresti con il problema opposto. Un hit troppo forte risulterà anche sgradevole, e non è sicuramente quello che vuoi.

Ecco dunque spiegata l’importanza di un dosaggio adeguato alle tue esigenze.

In ultimo, voglio dirti che anche il tipo di sigaretta elettronica che scegli gioca un ruolo nella calibrazione della giusta quantità di nicotina, ma di questo parleremo più tardi.

Vediamo ora come puoi farti un’idea di quanta nicotina dovresti assumere al giorno, per non incorrere nella sindrome da astinenza.

Leggi anche: Allergia alla nicotina: sintomi, reazioni e rimedi a questo disturbo.

Come posso capire di quanta nicotina ho bisogno? E quali livelli di nicotina trovo in commercio?

Proviamo a fare una stima della nicotina di cui dovresti avere bisogno.

Come dicevo, gli aspetti da valutare in questo caso riguardano principalmente la varietà delle sigarette che fumi in termini di intensità e la quantità che consumi al giorno.

Poniamo che tu faccia parte della categoria dei fumatori occasionali e che faccia tiri di guancia. In questo caso 5-6 mg/ml dovrebbero garantirti un’esperienza di svapo abbastanza vicina alle tue esigenze. Se invece preferissi fumare di polmone, 2mg/ml andranno più che bene.

Una fumatrice occasionale

Se invece la tua categoria fosse quella dei fumatori incalliti, le dosi dovranno essere maggiori e puoi considerare come valori di riferimento 8-10mg/ml per i tiri di guancia e 3-4 mg/ml per quelli di polmone.

Una volta che avrai capito più o meno per quale concentrazione di nicotina optare, potrai scegliere consapevolmente il liquido da acquistare, tra tutti i tipi disponibili in commercio.

Esistono infatti diverse possibilità e coprono un range di nicotina che va dallo 0 ai 20 mg/ml, dose massima consentita per ragioni di sicurezza dalla TPD.

I liquidi disponibili sul mercato possono essere suddivisi in 4 categorie, in base alla loro concentrazione di nicotina: senza nicotina (0 mg/ml), a basso contenuto (da 2 mg/ml a 6 mg/ml), a medio contenuto (da 7 mg/ml a 12 mg/ml) e ad alto contenuto (da 13 mg/ml a 20 mg/ml).

Sigarette elettroniche: a cartuccia o a serbatoio?

Come ti avevo anticipato, anche la scelta della sigaretta elettronica gioca un ruolo fondamentale nella gestione del livello di nicotina da assumere.

La prima cosa da fare, infatti, è informarsi sulle differenze tra i vari tipi e scegliere quella che sembra potersi adattare meglio alle necessità di chi la dovrà poi utilizzare.

La scelta che hai è la seguente: potrai scegliere di acquistare una sigaretta elettronica a cartuccia o una con il serbatoio.

Ma in che modo sono diverse?

Quelle a cartuccia vengono appunto utilizzate con le apposite cartucce pronte, disponibili a loro volta con diversi livelli di nicotina, mentre per quelle a serbatoio dovrai essere tu a inserire manualmente il liquido che hai scelto.

E allora, qual è la differenza?

La differenza principale consiste nel fatto che le e-cig con serbatoio, a parità di nicotina, sono molto più simili alle sigarette tradizionali. Questo è dovuto alla presenza del liquido, che garantisce un hit alla gola maggiore rispetto a quello delle cartucce.

In conclusione, con quanta nicotina iniziare a svapare?

Non esiste una risposta valida per tutti. Non tutti fumano le stesse sigarette con la stessa frequenza e di conseguenza l’effetto che vanno a ricercare è soggettivo.

Ora però sai come stimare la concentrazione di nicotina con cui iniziare, in base alle tue necessità.

È probabile che tu, nonostante le valutazioni fatte, non azzecchi al primo colpo la combinazione perfetta. Spesso, infatti, sono necessari diversi tentativi prima di ricreare l’esperienza ricercata. Per questo motivo ti consiglio di acquistare boccette di liquido da 10ml – le più piccole disponibili – per evitare gli sprechi.

Se vuoi farti un’idea sui vari liquidi per sigaretta elettronica e altri prodotti connessi all’affascinante mondo dello svapo, dai un’occhiata al nostro sito Terpy.