La sigaretta elettronica può causare l’alito cattivo? Ecco cosa ne pensano gli esperti.

Sigaretta elettronica e alito cattivo: correlazioni.

Vuoi sapere se l’utilizzo della sigaretta elettronica può provocare l’alitosi? Ecco le risposte che cercavi.

Quando si parla di alito cattivo e sigaretta, si pensa subito al tipico odore di fumo che persiste nella bocca di chi consuma abitualmente le sigarette analogiche.

Alcune persone però, si domandano se anche la sigaretta elettronica possa scatenare problematiche di questo tipo.

Svapare mantiene l’alito fresco oppure anche in questo caso l’alitosi è dietro l’angolo?

Qui puoi scoprire se sigaretta elettronica e alito cattivo possono essere correlati e se sì in quali casi.

Ecco tutti i chiarimenti.

Sigaretta elettronica e alito cattivo: c’è un collegamento causa – effetto?

Tanti utenti, prima di iniziare a svapare o poco dopo aver iniziato ad utilizzare la sigaretta elettronica, si chiedono se sia possibile che questo strumento provochi la comparsa dell’alito cattivo.

La domanda è sensata, perché effettivamente talvolta può capitare, ma non è detto che la causa siano i liquidi svapo con essa vaporizzati.

sigaretta elettronica alito cattivo

Per capire se sigaretta elettronica e alito cattivo possano essere realmente correlati, è bene in primis fare una distinzione tra gli ex fumatori di sigaretta a combustione e chi invece non ha un trascorso da consumatore di sigaretta analogica.

Nel primo caso, infatti, notare la comparsa dell’alito cattivo può essere solo una conseguenza dell’aver eliminato il fumo che copriva questo odore o che bloccava la funzione protettiva del sistema respiratorio.

Nel secondo caso, invece, la causa potrebbe essere l’intolleranza ad un ingrediente dei liquidi per sigaretta elettronica, oppure l’abuso della nicotina.

In altri casi ancora, la causa dell’alitosi potrebbe essere del tutto esterna e coincidere per caso con l’utilizzo delle sigaretta elettronica.

L’unico modo per scoprirlo con certezza è rivolgersi ad un medico, magari a un dentista.

Un altra domanda frequente è anche questa: “La sigaretta elettronica ingiallisce i denti?”.

La risposta è no, in quanto nei liquidi svapo non è presente il catrame, causa di questo antiestetico problema.

Ma ora torniamo all’altra questione: per capire qualcosa di più, ti vogliamo elencare i principali casi in cui è possibile notare la comparsa dell’alito cattivo proprio dopo aver iniziato a svapare.

Leggi anche: Liquido per sigaretta elettronica al gusto tabacco: ecco come può aiutare a smettere di fumare.

Dalla sigaretta analogica allo svapo: ecco quando l’alito cattivo non dipende dalla e-cigarette.

Se dopo aver smesso di fumare e avere iniziato ad utilizzare la sigaretta elettronica ti è capitato di notare che la tua bocca emanava un cattivo odore sicuramente ti sarai allarmato.

Sarà colpa dei liquidi svapo?

Meglio smettere subito?

Niente allarmismi!

Probabilmente questo problema era presente già da prima e il fatto di aver eliminato l’odore forte e persistente del fumo, passando alla sigaretta elettronica, potrebbe essere solo il motivo che te l’ha fatto scoprire.

Per capire se le cose stanno così, ti dovresti recare da un dentista per chiarire se l’alito cattivo dipende dai tuoi denti o dalle gengive.

Se nel tuo cavo orale è tutto ok, ci potrebbe essere anche un’altra spiegazione.

Quando si fumano le classiche sigarette a combustione, le numerose sostanze nocive emanate dal fumo si depositano nei polmoni rallentando o bloccando totalmente il funzionamento di alcune parti adibite alla “pulizia”.

Una volta sospeso il consumo delle sigarette, queste parti si riattivano, iniziando un processo di purificazione, che consiste anche nella produzione di muco.

Ecco, la causa del tuo alito cattivo potrebbe essere proprio questa e quindi si tratta di una conseguenza del fumo e non dell’utilizzo della e-cigarette.

Quando l’alito cattivo potrebbe essere scatenato dai liquidi per sigaretta elettronica?

Se prima di iniziare a svapare non fumavi sigarette classiche e non hai mai accusato problematiche relative all’alito, è probabile che sia allergico a qualche sostanza contenuta nei liquidi che stai svapando o che stia utilizzando degli aromi svapo di bassa qualità o troppo invadenti.

Ecco le principali cause scatenanti di questo strano effetto.

Allergia al glicole propilenico.

La base e-liquid che inserisci nel tuo dispositivo per lo svapo, solitamente è composta da una parte di glicole propilenico e una di glicerolo vegetale, due componenti che determinano la consistenza del vapore e che influiscono sull’esperienza di vaping.

Può capitare, però, che alcune persone accusino dei sintomi allergici al glicole propilenico.

Talvolta si irritano le mucose orali, altre volte si verificano dei veri e propri sanguinamenti gengivali.

Se hai riscontrato sintomi di questo tipo, sospendi subito l’utilizzo del liquido, non solo perché potrebbe essere la causa del tuo alito cattivo, ma anche perché è importante risolvere il problema grazie all’aiuto del tuo medico curante.

Una volta risolto il problema potrai continuare a svapare con un liquido a base di glicerolo vegetale e acqua distillata.

Sigaretta elettronica, alito cattivo e idratazione.

Troppa nicotina.

La comparsa dell’alito cattivo dopo aver iniziato a svapare, se la utilizzi, potrebbe dipendere anche dalla nicotina liquida.

Questa sostanza, infatti, tende a diminuire la produzione di saliva, un elemento importantissimo per l’igiene e la salute del cavo orale e dei denti.

Meno saliva significa più batteri e di conseguenza cattivo odore.

Se pensi che la causa possa essere questa, diminuisci il quantitativo di nicotina dei tuoi liquidi svapo, oppure cerca di eliminarla del tutto, inoltre ricorda di idratarti il più possibile.

Aromi svapo scadenti.

L’ultima causa, come accennato prima, potrebbe essere il consumo di aromi svapo scadenti. Prova a cambiare liquido, oppure se ami miscelare i tuoi prodotti, sostituisci l’aroma che utilizzi con uno più fresco (come uno tra gli aromi fruttati o speciali) rigorosamente di qualità.

Se l’alitosi sparisce, sai qual era la causa.

Leggi anche: Cos’è un kit box per sigaretta elettronica e cosa comprende.

Per concludere.

Quelli che ti abbiamo elencato sopra sono alcuni esempi, ma il più delle volte l’alito cattivo non è da collegare all’utilizzo della sigaretta elettronica.

Può capitare, infatti, che l’alito cattivo compaia improvvisamente anche per via di altre cause esterne: potrebbe dipendere da un problema dell’apparato digestivo o magari da alcune abitudini alimentari.

Se vuoi essere certo di risolvere o prevenire questo problema, l’unica soluzione è utilizzare solo ed esclusivamente liquidi per sigaretta elettronica di qualità (come quelli che trovi su Terpy.it) e al primo dubbio ricorda di contattare il medico.

In questo modo potrai vivere le tue esperienze di vaping al meglio, con un alito fresco o addirittura fruttato.

Ti aspettiamo sul nostro store!