La sigaretta elettronica scotta e brucia le labbra? Ecco come fare

la sigaretta elettronica scotta

Il tuo dispositivo per lo svapo tende a scaldarsi troppo e stai cercando un rimedio? Ecco le principali cause e le soluzioni

Quando si utilizza una sigaretta elettronica può succedere che alcune componenti si surriscaldino più del dovuto, e le cause di questo fenomeno possono essere molteplici. 

In alcuni casi il calore eccessivo dipende solo da un utilizzo errato del dispositivo, altre volte, invece, occorre sostituire dei pezzi.

Continuando a leggere potrai scoprire perché la tua sigaretta elettronica scotta e come tornare a svapare senza problemi.

Ecco tutto ciò che ti serve sapere sull’argomento.

La sigaretta elettronica si surriscalda? Le cause principali

Se utilizzando la tua e-cigarette hai notato che questa tende a riscaldarsi, prima di pensare al peggio, è importante capire quanto.

Un po’ di calore, infatti, è normale, perché per vaporizzare i liquidi per sigaretta elettronica si mette in funzione un atomizzatore che contiene una resistenza.

Se, per esempio, sei passato dall’utilizzo di un atomizzatore NR (Normal Resistence) a uno LR (Low Resistence) e hai notato che si riscalda di più, è tutto nella norma. 

È diverso, invece, se il surriscaldamento si è manifestato dal nulla e la sigaretta elettronica scotta nel vero senso della parola.

Scopriamo alcune delle cause principali di questo fenomeno.

ragazzo che non sa se svapare perché la sigaretta elettronica scotta

La e-cigarette si surriscalda perché svapi troppo velocemente

Talvolta le e-cigarettes si riscaldano eccessivamente perché vengono utilizzate in modo inappropriato. 

Più precisamente, le componenti di una e-cig si surriscaldano quando si svapa molto velocemente e per tanto tempo di seguito. 

Se pensi che questo sia il tuo caso, prova a svapare più lentamente e fai una pausa più lunga tra un tiro e l’altro. Inoltre, sarebbe bene fare un massimo di cinque o sei tiri per volta e non utilizzare la e-cigarette per un’ora di fila.

Seguendo questi consigli potrai svapare tranquillamente, senza che il tuo dispositivo per lo svapo diventi bollente (a meno che il problema non sia un altro).

L’atomizzatore della sigaretta elettronica è da sostituire

Se mentre utilizzi la tua e-cigarette questa raggiunge temperature troppo elevate e hai anche notato che gli aromi dei liquidi svapo sono diventati sgradevoli o senti sapore di bruciato, allora il problema sta nell’atomizzatore.

Probabilmente dovrai cambiare solo la coil in esso contenuta, che dopo un po’ tende a bruciarsi e a creare anomalie nel processo di riscaldamento del liquido, se però il problema persiste dovrai sostituire l’intero atomizzatore.

La temperatura del dispositivo è tarata in modo errato

Se hai notato che la tua e-cigarette diventa molto calda e che anche i liquidi vaporizzati hanno una temperatura troppo elevata, è probabile che abbia tarato una temperatura di svapo sbagliata o che ti sia dimenticato di regolarla.

Considera che, di norma, sarebbe bene svapare a una temperatura che supera di circa il 10 o il 15% la temperatura di ebollizione dei liquidi (che, di solito, si aggira sui 200/210°C).

A seconda della composizione della base e-liquid che si utilizza ci possono essere delle variabili, ma diciamo che l’importante è non andare oltre i 240°C.

Se la tua e-cigarette possiede le funzioni della modalità TC (controllo della temperatura) quindi, procedi alla modifica e inizia a svapare senza il rischio di scottarti!

Leggi anche: Il fumo della sigaretta elettronica si aspira? Sì, ma bisogna sapere come

La sigaretta elettronica brucia le labbra? Prova a sostituire il drip tip

Talvolta, a causare una sensazione di bruciore sulle labbra mentre si svapa è semplicemente l’utilizzo del drip tip sbagliato.

Il drip tip, per intenderci, è il beccuccio dal quale si aspira il vapore prodotto dalla e-cigarette.

In commercio ne esistono di tante tipologie e materiali: alcuni non si riscaldano affatto, altri diventano tiepidi, mentre altri ancora si riscaldano eccessivamente.

Se il tuo beccuccio si riscalda troppo, è probabile che sia composto da materiali metallici. 

L’acciao, l’alluminio o altre tipologie di metalli che vengono utilizzati per realizzare i beccucci per e-cigarettes, infatti, sono degli ottimi conduttori di calore, pertanto con il passaggio del vapore al loro interno, rischiano di diventare roventi.

Ma i metalli non sono gli unici materiali a causare questo problema, anche determinate tipologie di plastica si riscaldano eccessivamente.

ragazzo che svapa con un drip tip in plastica

Se vuoi evitare di ustionarti le labbra mentre svapi, dunque, dovresti provare a montare sulla tua sigaretta elettronica un beccuccio realizzato con un materiale un po’ più isolante. 

Un’ottima scelta sono i drip tips in resina (come il delrin), quelli in ceramica (anche se sono un po’ fragili), oppure quelli in legno: tutti materiali che non si surriscaldano molto.

In alternativa, puoi provare a montare sulla tua e-cigarette un beccuccio lungo, una tipologia di drip tip che, allungando il suo tragitto, fa sì che il vapore raggiunga le labbra solo dopo essersi un po’ stemperato.

Tieni conto, però, che nei beccucci lunghi tendenzialmente si crea un po’ di condensa, per questo le soluzioni di cui ti abbiamo parlato nelle righe precedenti sono quelle preferite dalla maggior parte dei vapers.

Leggi anche: La sigaretta elettronica ingiallisce i denti? Ecco la verità

Per concludere

In questo breve approfondimento ti abbiamo parlato dei principali fattori che potrebbero provocare il surriscaldamento delle e-cigarettes e ti abbiamo fornito le relative soluzioni.

Sperando che queste informazioni ti siano state utili per migliorare la tua esperienza di svapo, ti invitiamo anche a visitare il nostro e-shop Terpy.

Scegli tra liquidi tabaccosi, fruttati, cremosi e speciali, oppure acquista separatamente il liquido base per sigaretta elettronica, gli aromi svapo e la nicotina liquida, per creare le tue miscele personalizzate.

Ti aspettiamo su Terpy.it. A presto!