Cosa succede se metto acqua nella sigaretta elettronica?

Cosa succede se metto acqua nella sigaretta elettronica

Tutto ciò che devi sapere sulla sigaretta elettronica… E il suo rapporto con l’acqua!

In tanti si chiedono se si possa mettere acqua nella sigaretta elettronica, chi per sostituire completamente i liquidi svapo, chi per diluire un liquido per e-cigarette dal sapore troppo intenso.

Se anche tu ti sei posto la domanda “Cosa succede se metto acqua nella sigaretta elettronica?”, oggi troverai la risposta a tutti i tuoi dubbi!

In questo approfondimento ti diremo se si può svapare solo acqua (oppure se è sconsigliato), se puoi aggiungere acqua nei liquidi sigaretta elettronica e molto altro ancora.

Sei pronto a leggere tutto, ma proprio tutto, a riguardo? Allora mettiti comodo sulla poltrona, inforca gli occhiali e passa al seguente paragrafo.

Si può svapare solo acqua, senza aromi né PG + VG?

cosa succede se si mette acqua nella sigaretta elettronica

Forse ti sei chiesto cosa potrebbe succedere se decidessi di svapare acqua distillata, senza alcuna traccia di glicerina vegetale e glicole propilenico.

In realtà sarebbe meglio non farlo, per 3 motivi ben precisi:

  1. non sappiamo quali siano conseguenze dell’inalazione del vapore acqueo puro;
  2. l’esperienza di svapo potrebbe essere insoddisfacente, perché staresti inalando solo acqua calda, insapore e inodore;
  3. l’atomizzatore della sigaretta elettronica, le resistenze e la box mod sono studiati per vaporizzare glicerina vegetale, glicerolo e aromi svapo (più eventualmente nicotina liquida), non soltanto acqua. Le temperature di vaporizzazione di un liquido per e-cigarette e dell’acqua sono molto diverse tra loro, dunque la tua sigaretta elettronica potrebbe risentirne se utilizzi solamente acqua.

E poi, diciamocela tutta… Che gusto ci sarebbe nello svapare solo acqua? L’e-cigarette ha avuto successo anche per la bontà degli aromi tabaccosi, fruttati, cremosi e chi più ne ha più ne metta. Utilizzare solo acqua distillata non avrebbe di sicuro lo stesso livello di gradimento.

L’acqua è però usata da molte persone per diluire i liquidi che presentano un sapore troppo forte o che risultano eccessivamente densi.

Leggi anche: Box per sigaretta elettronica: 5 consigli per non sbagliare

Diluire liquido sigaretta elettronica con acqua: si può o sarebbe meglio evitare?

A chi non è successo di sbagliare diluizione e usare troppi ml di aromi per sigaretta elettronica nei liquidi fai da te… E ottenere dei prodotti dal sapore così intenso da far venire il mal di testa?

In questo caso la diluizione è la scelta più sensata. Ma, se si aggiunge troppo PG alla base liquida, l’HIT e il sapore potrebbero risultare ancora più forti… Mentre se si aggiunge troppa VG si rischia di dar vita a un’enorme nuvola di vapore e scomparire là dentro.

Per evitare questi e altri problemi, potresti pensare di aggiungere acqua al liquido per sigaretta elettronica.

È un rischio?

Assolutamente no! Puoi tranquillamente aggiungere acqua ai tuoi liquidi svapo, in quantità che possono andare dall’1 al 10% del volume totale del prodotto. Questa procedura ti permette sia di rendere l’e-liquid meno denso, sia di attenuare il sapore dell’aroma.

Attenzione però: sarebbe meglio utilizzare acqua distillata, perché l’acqua di bottiglia o di rubinetto potrebbe lasciare residui di calcare nell’atomizzatore.

Detto ciò, quanta acqua si dovrebbe utilizzare per diluire l’e-liquid? Trovi la risposta nel prossimo paragrafo.

Quanta acqua aggiungere ai liquidi per sigaretta elettronica?

diluire liquido sigaretta elettronica con acqua

Come ti abbiamo anticipato, diluire i liquidi svapo con l’acqua può essere una buona idea per smorzare un sapore troppo forte e per rendere i prodotti più fluidi.

Le quantità di acqua da utilizzare dipendono principalmente dal rapporto PG/VG del liquido base sigaretta elettronica.

In genere i vapers esperti consigliano di utilizzare le seguenti quantità di riferimento:

  • 50% PG
  • 40% VG
  • 10% acqua distillata

Più gli aromi e l’eventuale nicotina per sigaretta elettronica.

In questo modo i sapori, l’HIT (il colpo in gola) e il vapore risultano perfettamente equilibrati. Potresti anche preferire una nuvola di vapore più intensa: in tal caso ti consigliamo di ridurre al minimo il glicole propilenico, poiché la glicerina vegetale è la principale responsabile della densità del liquido.

Leggi anche: Box batteria sigaretta elettronica: integrata VS estraibile

In conclusione

Se prima di leggere questo articolo ti stavi chiedendo cosa succede se si mette acqua nella sigaretta elettronica, ora dovresti aver trovato tutte le risposte alle tue domande.

Naturalmente parliamo di aggiunger questo prodotto nei liquidi da svapo, non di mettere la box dell’e-cigarette a contatto con l’acqua. Infatti se la tua sigaretta elettronica è caduta in acqua potrebbero esserci dei grossi problemi per quanto riguarda le componenti elettroniche!

Sperando che non sia il tuo caso e che non abbia bisogno di seguire questi consigli, ti suggeriamo di far asciugare bene la batteria (meglio se si tratta di una box con batteria estraibile) e di provare ad accendere l’e-cigarette dopo qualche ora o qualche giorno.

È un po’ come quando succede con il cellulare: quando tutte le componenti sono ben asciutte, il dispositivo dovrebbe – o, meglio, potrebbe – ricominciare a funzionare come se niente fosse.

Se invece la tua domanda era riferita solamente all’aggiunta di acqua nei liquidi da svapo, allora non temere: si può fare senza alcuna ripercussione.

Ricorda, però, che l’esperienza di svapo dipende anche dai liquidi utilizzati. Acquista subito i migliori su Terpy e facci sapere quali sono i tuoi preferiti!