Qual è la causa della tosse dopo aver smesso di fumare? Tutto ciò che devi sapere.

Cause della tosse dopo aver smesso di fumare

Hai smesso di fumare e ora hai più tosse di prima? Qui ti spieghiamo perché succede.

Sono sempre di più le persone che col passare del tempo decidono di smettere di fumare, magari passando alla sigaretta elettronica che evita tutti i danni causati dalla combustione.

Dopo aver buttato via tabacco e accendino però capita spesso che si presenti una brutta tosse o magari, se già presente, che ci sia addirittura un aumento della tosse dopo aver smesso di fumare.

Ma perché succede? 

È un brutto segnale o si tratta di un fenomeno normale?

Continuando a leggere potrai scoprire i reali motivi per cui compare la tosse dopo aver smesso di fumare.

tosse dopo aver smesso di fumare

Ti è venuta la tosse dopo aver smesso di fumare? È normale!

Se sei un ex-fumatore avrai sentito tante volte parlare degli effetti del fumo della sigaretta, che sono decisamente diversi da quelli della vaporizzazione dei liquidi svapo.

La sigaretta analogica infatti, durante la combustione produce circa 4000 sostanze altamente dannose, di cui almeno 400 sono potenzialmente cancerogene.

Insomma, se hai deciso di buttar via la sigaretta hai fatto un gran regalo alla tua salute.

Nonostante ciò, se ti si è presentata una tosse stizzosa dopo aver smesso di fumare è probabile che ti sia allarmato.

È comprensibile, ma tranquillo, si tratta di una reazione del corpo del tutto normale.

Alcuni fumatori sono abituati ad avere costantemente la tosse anche mentre fumano, ma la comparsa di questo sintomo da ex-fumatori effettivamente potrebbe destare qualche sospetto.

Beh tosse e fumo sono spesso collegati, anche se dalla tua ultima sigaretta è già passato un bel po’ di tempo.

La tosse è infatti il meccanismo di difesa che il nostro organismo mette in atto per eliminare le sostanze dannose penetrate nei polmoni.

Per liberarsi da queste sostanze nocive il corpo inizia a produrre del muco che circondando gli agenti dannosi permette di espellerli grazie alle contrazioni della tosse.

Avere la tosse dopo aver smesso di fumare è dunque normale!

Leggi anche: I 3 aromi fruttati svapo che vanno per la maggiore su Terpy.

Che cosa succede ai polmoni dopo aver smesso di fumare?

Prima di parlare di ciò che succede ai polmoni dopo aver smesso di fumare è importante capire che cosa provoca il fumo.

Il fumo di sigaretta analogica, oltre ad essere la causa delle più comuni malattie polmonari, per via delle tantissime sostanze chimiche che contiene, distrugge l’attività delle ciglia vibratili bronchiali deputate alla pulizia dei polmoni.

L’attività di queste ciglia è molto importante perché grazie a dei movimenti simili a delle onde ha lo scopo di eliminare le particelle nocive, che hanno raggiunto i bronchi, tramite il muco.

Se le ciglia smettono di effettuare la loro attività quindi le sostanze dannose per l’organismo non possono essere espulse.

Quando si smette di fumare che cosa succede? 

Accade che l’organismo riprende la sua attività di depurazione muco-ciliare bronchiale

Le ciglia vibratili riescono pian piano a tornare alla normalità, iniziando un processo di “depurazione”, per questo aumentano sia il muco che lo stimolo della tosse, che hanno lo scopo di smaltire le sostanze depositatesi nei polmoni.

Quando si smette di fumare dunque le funzionalità respiratorie migliorano e il corpo cerca di ripulirsi.

Detto questo è importante sottolineare che la tosse del fumatore è molto diversa dalla tosse che si presenta dopo aver smesso di fumare, infatti la prima indica che le mucose bronchiali sono irritate, mentre la seconda che l’organismo sta riprendendo le sue funzionalità.

Ecco spiegato anche perché la tosse dopo la cessazione del fumo può essere addirittura più stizzosa di quella che si presentava mentre si fumava.

Quindi se per caso hai smesso di fumare le sigarette classiche con l’aiuto della e-cigarette e ti sei ritrovato ad avere una forte tosse grassa, la causa non sono i liquidi per sigaretta elettronica ma le sostanze nocive prodotte dalla combustione che il tuo organismo aveva assorbito e sta cercando di eliminare.

Perché viene la tosse dopo aver smesso di fumare?

Tempi della tosse dopo la cessazione del fumo.

Se ti stai chiedendo quanto dura la tosse dopo aver smesso di fumare, la risposta è che sia l’inizio che la durata della tosse può variare da individuo a individuo.

Ci sono delle persone nelle quali la tosse può iniziare dopo pochi giorni, a volte dopo mesi, ma può anche capitare di non avere per niente tosse dopo aver smesso di fumare.

Tutto dipende dal sistema di difesa di ogni individuo, ma anche dallo stato dei polmoni.

Certamente nel caso di chi ha fumato tanto i sintomi potranno essere più evidenti, mentre per chi ha fumato poco e per poco tempo saranno più lievi.

Qualsiasi sia la reazione del tuo organismo comunque, è importante che dopo aver smesso di fumare non torni sui tuoi passi ricadendo nella trappola del tabacco. 

Leggi anche: Svapare aromi per dolci si può o si rischia di fare danni?

Per concludere.

Ora anche tu sai perché quando smetti di fumare ti viene la tosse, che si tratta di una reazione normale e che è sintomo del fatto che il corpo si sta ripulendo, quindi non allarmarti.

Certo, se la tosse dovesse durare troppo a lungo e dovessi avvertire anche qualche altro sintomo particolare, faresti meglio a chiedere un parere al tuo medico, infatti come accennato prima ogni organismo reagisce in modo differente.

Detto questo, se hai smesso di fumare grazie alla e-cigarette e devi fare scorta di liquidi tabaccosi o di altro tipo, ti invitiamo a visitare il nostro store Terpy, dove potrai trovare tutto ciò che ti occorre.

Ti aspettiamo!