Il migliore atomizzatore per Cloud Chasing? Ecco come sceglierlo

scegliere il miglior atomizzatore per cloud chasing

Ti piacerebbe praticare cloud chasing? Scopri come individuare l’atomizzatore migliore per ottenere grandi nuvole di vapore denso e persistente

Anelli di vapore, grandi nuvoloni densi e profumati e tanto divertimento: questo è solo un piccolo riassunto del cloud chasing, una tecnica di svapo che sembra avere sempre più successo in tutto il mondo. 

Anche tu sei curioso di sapere come realizzare le grandi nuvole di vapore?

Vorresti sapere che cosa serve per praticare cloud chasing?

Allora sei nel posto giusto.

Per emettere grandi nuvoloni di vapore, infatti, non basta una sigaretta elettronica qualunque, e anche i liquidi svapo devono avere caratteristiche ben precise.

Ciò che però può fare davvero la differenza è l’atomizzatore per cloud chasing

In questo articolo troverai un’infarinatura generale su ciò che ti occorre per esercitarti e divertirti con questa tecnica, e su come scegliere l’atomizzatore giusto per ottenere il meglio.

Pronto per saperne di più?

Iniziamo.

vapore generato dall'atomizzatore per cloud chasing

Praticare il cloud chasing: che cosa serve?

Se sei rimasto affascinato dalle esibizioni dei vapers più esperti che si dilettano a realizzare anelli di vapore, altre forme bizzarre e nuvoloni enormi di liquidi vaporizzati, non c’è da stupirsi: il cloud chasing ormai sta spopolando in tutto il mondo, al punto che sono nate anche competizioni ufficiali.

Per imparare a svapare con questa tecnica, però, oltre che fare un po’ di pratica, occorre avere anche l’attrezzatura adeguata, e i liquidi per sigaretta elettronica dotati delle giuste proporzioni tra glicole propilenico e glicerina vegetale.

In particolare, all’interno della base e-liquid quest’ultimo ingrediente dovrebbe essere pari o superiore al 70%.

Ma ora concentriamoci sul dispositivo.

Se ti vuoi allenare con il cloud chasing, lascia perdere le e-cigarette per tiro di guancia e punta su quelle per tiro polmonare.

Quella che ti servirà è una Box Mod molto potente (meglio una dual battery), con atomizzatore rigenerabile e drip tip con foro ampio (che evita la formazione di condensa e lascia passare tanto vapore). 

Solo con queste caratteristiche sarà possibile riuscire a produrre grandi quantità di vapore.

Se vuoi davvero ottenere le migliori esperienze, però, è importante soffermarsi sulla scelta dell’atomizzatore per cloud chasing, la componente che più di tutte può fare la differenza.

Leggi anche: Che cos’è e come fare Cloud Chasing al meglio!

Atomizzatore da cloud chasing: ecco come scegliere il migliore

Se sei alla ricerca del dispositivo giusto per generare nuvole di vapore stratosferiche, è molto importante che tu riesca a individuare il miglior atomizzatore da cloud chasing, il componente che trasforma i liquidi svapo in vapore.

Nel cloud chasing kit ideale ci dovrebbe essere preferibilmente un atomizzatore:

  • rigenerabile da dripper (RDA);
  • dotato di resistenze sub-ohm;
  • abbastanza grande.

Gli RDA (Regenerable Dripping Atomizer) sono quegli atomizzatori privi di serbatoio (tank) nei quali il liquido viene reintegrato manualmente dall’alto, e che sono caratterizzati da un diametro abbastanza ampio, nel quale è possibile installare più di una coil.

grandi nuvole di vapore generate dall'atomizzatore per cloud chasing

Il vantaggio di usare atomizzatori dripper rigenerabili è che, essendo privi della campana e del camino, accumulano il vapore direttamente nella camera di vaporizzazione, facendo sì che questo arrivi direttamente al vaper senza eccessive alterazioni di temperatura e aroma, e con un’alta potenza.

Scegliere un atomizzatore rigenerabile, inoltre, consente di poter personalizzare al meglio l’esperienza di svapo, utilizzando le resistenze più idonee in base alle proprie necessità.

Naturalmente, per eseguire la rigenerazione delle coil occorre avere già un po’ di dimestichezza con le sigarette elettroniche, anche se con il sistema dripper questo procedimento è molto semplice.

Per quanto riguarda la scelta delle resistenze dell’atomizzatore, per riuscire a realizzare delle nubi di vapore corpose è meglio puntare su valori molto bassi, vicini allo zero (0,2 ohm, per esempio): minore sarà il valore degli ohm e maggiore sarà il quantitativo di vapore prodotto.

Per finire, ti consigliamo di scegliere un atomizzatore dotato di regolatore dell’aria, un sistema che permette di generare un tipo di tiro più arioso o ‘trattenuto’.

Leggi anche: Come lavare il drip tip della sigaretta elettronica?

Per concludere

Ricapitolando la miglior sigaretta elettronica per cloud chasing dovrebbe essere dotata di un atomizzatore con le caratteristiche descritte nel paragrafo precedente, di una batteria in grado di alimentarlo al meglio e di un drip tip con le dimensioni giuste per garantire la fuoriuscita di grandi quantitativi di vapore, limitando la formazione di condensa.

Con una e-cigarette per tiro di guancia, infatti, anche mettendoci tutta la buona volontà e il fiato che hai, non potresti mai riuscire a generare grandi nuvole di vapore denso e persistente come quello che vedi sputar fuori dai cloud-chaser esperti.

Ora, oltre che acquistare l’atomizzatore adatto a te o un kit per cloud chasing completo, non ti resta che esplorare il mondo dei liquidi per sigaretta elettronica adatti a questa tecnica di svapo.

Nel nostro store Terpy.it puoi scegliere se acquistare i liquidi cremosi, speciali o di altre categorie; in alternativa, puoi acquistare le basi e-liquid da miscelare nelle proporzioni che preferisci agli aromi per sigaretta elettronica ed, eventualmente, alla nicotina liquida.

Visita oggi stesso il nostro store Terpy, e divertiti a formulare le soluzioni ideali per le tue esperienze di svapo più interessanti!