Sigaretta elettronica e rilevatori di fumo: gli allarmi antincendio rilevano il vapore delle e-cig?

Sigaretta elettronica e rilevatori di fumo

Cosa comporta lo svapo nei luoghi in cui sono presenti dei rilevatori antincendio

Ti piace svapare la tua sigaretta elettronica in ogni dove e non riesci a separartene nemmeno quando ti trovi all’interno di luoghi chiusi? In questo caso, è probabile che tu voglia sapere se il vapore dei tuoi liquidi per lo svapo sia in grado di attivare l’allarme nei posti in cui sono installati dei rilevatori di fumo. Beh, il vapore ha una composizione molto diversa dal fumo. Nonostante questo, a seconda del tipo di dispositivo antincendio, anche svapare la e-cig potrebbe far scattare il meccanismo di allarme.

In questo articolo di blog di Terpy scoprirai in che modo si attivano i tre sistemi di rilevazione del fumo più utilizzati e in che modo dovresti svapare (sempre se consentito) negli ambienti in cui sono presenti tali dispositivi.

Come fumare con il rilevatore di fumo

Quando si attiva il rilevatore di fumo e come reagiscono i vari dispositivi al vapore della sigaretta elettronica

Sia nei locali pubblici sia nelle abitazioni possono essere presenti dei rilevatori di fumo. In molti casi, l’installazione di questi dispositivi di sicurezza è obbligatoria per legge; tuttavia, esistono diverse tipologie di allarmi e non tutti si attivano allo stesso modo. Tu, da vaper appassionato (o appassionata) di liquidi tabaccosi o di liquidi fruttati, probabilmente vorrai sapere se il vapore prodotto dalla tua e-cig possa far scattare i rilevatori di fumo. Prendiamo in esame il funzionamento dei modelli più diffusi e andiamo a scoprire quali effetti può avere una svapata in prossimità di uno di essi.

Iniziamo con i rilevatori fotoelettrici, che danno un segnale di allarme quando la luce irradiata dal trasmettitore al ricevitore viene interrotta dal fumo. Questo tipo di rilevatore, per natura, non distingue il fumo dal vapore; pertanto, svapare in un ambiente in cui è installato un sistema di questo tipo potrebbe causare un allarme, specialmente in presenza di una nuvola di vapore molto fitta.

Un altro sistema molto utilizzato è quello ottico, che per molti aspetti assomiglia a quello fotoelettrico. Anche questi rilevatori hanno un trasmettitore e un ricevitore tra i quali passa un fascio di luce. Tuttavia, tali dispositivi individuano il fumo in quanto composto da particelle solide che riflettono la luce, caratteristica che il vapore non possiede. Ad ogni modo, poiché le esalazioni della sigaretta elettronica contengono micro particelle, i rilevatori più sensibili potrebbero attivarsi se una nuvola di vapore consistente dovesse intercettare il fascio luminoso.

Le apparecchiature più precise e moderne sono senza dubbio quelle a ionizzazione. Come funzionano? Questi dispositivi includono due piastre elettriche, separate da una minima quantità di materiale radioattivo, tra le quali passa la corrente. La ionizzazione del piccolo ambiente all’interno del sistema viene interrotta dalle particelle del fumo e il calo della corrente attiva l’allarme. Sebbene in alcuni casi sia capitato che il vapore di una sigaretta elettronica attivasse questo tipo di dispositivo, si tratta di un’eventualità piuttosto rara.

Leggi anche: Guida per principianti al controllo della temperatura nella sigaretta elettronica

Svapo al chiuso? Ecco come eludere i sensori di fumo

Come abbiamo detto nel paragrafo precedente, in presenza di due tra le tre tipologie di rilevatori di fumo più diffuse esiste la seria possibilità che l’allarme si attivi a causa del vaping. Ma esistono delle buone pratiche per evitare che questo accada? Naturalmente sì. Tuttavia, è doveroso precisare che prima di svapare la propria e-cig in un ambiente chiuso sarebbe opportuno assicurarsi che lo svapo non sia vietato, domandare se siano presenti rilevatori antincendio e, se lo sono, dove siano installati.

L’ultimo punto è molto importante perché, come ben saprai, il vapore può essere più fitto del fumo ma tende a dissolversi rapidamente. Di conseguenza, una nuvola di vapore soffiata in prossimità dei dispositivi può avere effetti ben diversi rispetto a una espulsa a una certa distanza da essi. Per evitare di causare falsi allarmi, dunque, è consigliabile innanzitutto svapare a debita distanza dai rilevatori; in secondo luogo, faresti bene ad aprire una finestra in modo da arieggiare l’ambiente in cui ti trovi e accelerare la dissoluzione del vapore prodotto con la svapata. Inoltre, anche utilizzare una base eliquid ad alta percentuale di PG (glicole propilenico) riduce i rischi in quanto l’elemento che genera un vapore denso e consistente è il VG (glicerolo vegetale).

Quando scatta il rilevatore di fumo

Svapo in hotel: è possibile fumare la e-cig in camera?

Parliamoci chiaro: il fatto che la e-cig produca vapore e non fumo non significa che si possa svapare ovunque come se niente fosse. Nella maggior parte degli ambienti chiusi, sia per rispetto delle altre persone sia per evitare di incorrere in episodi spiacevoli e sanzioni, è fondamentale chiedere se lo svapo sia consentito. L’albergo è uno degli esempi più classici, anche perché – in molti casi –in questo tipo di struttura l’installazione dei sistemi antincendio è obbligatoria. Ogni hotel ha la sua politica in merito alla possibilità di svapare all’interno dei suoi ambienti e, soprattutto, nelle camere.

Pertanto, poiché non esiste una regola fissa, qualora dovessi alloggiare in un albergo (anche all’estero) ti consigliamo di non utilizzare la sigaretta elettronica all’interno della tua camera senza prima esserti accertato (o accertata) che la direzione consenta tale pratica.

Leggi anche: Senti sapore di bruciato mentre svapi? Probabilmente hai preso una steccata. Ecco come evitare che riaccada

In conclusione

In questo articolo ti abbiamo esposto quali effetti possa avere il vapore della sigaretta elettronica sui rilevatori di fumo più diffusi e ti abbiamo dato dei consigli sia per evitare di far scattare l’allarme inopportunamente sia per scongiurare il rischio di incorrere in sanzioni e multe (oltre che brutte figure).

Se desideri acquistare dei liquidi per sigaretta elettronica il cui vapore non sia troppo denso, su Terpy troverai svariate composizioni di liquidi base, aromi speciali, e tutto ciò che serve per uno svapo sicuro e di qualità.