Pro e contro dell’atomizzatore usa e getta

Pro e contro dell'atomizzatore usa e getta

Scopriamo se conviene utilizzare l’atomizzatore usa e getta senza dover diventare ingegneri elettronici

Dal blog di Terpy sappiamo che non c’è bisogno di imparare tutto ciò che riguarda le e-cig per iniziare a svapare, ma ci sono alcuni argomenti che è bene approfondire, ecco perchè parleremo dell’atomizzatore usa e getta.

Nel caso in cui foste relativamente nuovi al mondo della sigaretta elettronica, potreste sentirvi sopraffatti da una certa quantità di gergo tecnico che i vapers utilizzano.

Qui andiamo a scoprire semplicemente cos’è l’atomizzatore perchè è uno dei componenti principali di cui sono fatte le sigarette elettroniche.

L’atomizzatore è una delle parti più importanti per la svapata e la sigaretta elettronica non potrebbe funzionare senza.

atomizzatore sigaretta elettronica

L’atomizzatore usa e getta: vantaggi e svantaggi

Esistono diversi tipi di atomizzatori e l’atomizzatore usa e getta può essere un’alternativa valida da testare.

L’atomizzatore usa e getta esegue lo stesso procedimento e funziona allo stesso modo di un atomizzatore normale.

Un atomizzatore è, più o meno, ciò che rende funzionante una sigaretta elettronica. Senza un atomizzatore, una e-cig sarebbe solo un inutile serbatoio pieno di una base eliquid o magari nicotina liquida, con cui non si può fare assolutamente nulla.

A livello molto basico “atomizzatore” è un termine tecnico che serve a descrivere tutto ciò che trasforma un liquido in una nebbia, più o meno fitta.

Nel contesto specifico della vaporizzazione, l’atomizzatore, quindi è il dispositivo all’interno della e-cig che trasforma effettivamente i migliori liquidi per sigaretta elettronica in un vapore, più o meno denso.

Gli atomizzatori usa e getta sono atomizzatori monouso, a loro favore gioca il fatto di essere spesso piccoli e abbastanza economici. Di solito sono usati particolarmente nelle sigarette elettroniche usa e getta e nei dispositivi a cartuccia.

Tra i vantaggi delle e-cig con atomizzatore usa e getta, c’è il fatto che queste sono ottime per i principianti che non sanno come mantenere un dispositivo riutilizzabile.

Leggi anche: Sigaretta elettronica e mal di gola? Ecco ciò che devi sapere

Gli atomizzatori riutilizzabili, infatti, richiedono una manutenzione regolare, compreso il cambio delle bobine di riscaldamento. Proprio questo è ciò che la maggior parte degli svapatori inesperti non ha l’esperienza o il desiderio di fare.

L’atomizzatore usa e getta, invece, è di solito contenuto nello stesso scomparto dei liquidi svapo ed è destinato ad essere gettato via quando il liquido si esaurisce. 

Per l’ambiente non è il massimo ma per chi è agli inizi potrebbe essere un tentativo valido, per provare a svapare senza occuparsi di altro. 

pro e contro dell'atomizzatore usa e getta

Come funziona l’atomizzatore (usa e getta)? 

Abbiamo accennato al fatto che gli atomizzatori funzionano tutti allo stesso modo, quello che cambia, in sostanza, è il modo in cui viene “trattato” l’atomizzatore.

Esistono per esempio gli atomizzatori ricostruibili che sono atomizzatori fatti in modo che sia possibile sostituire le bobine usate con altre nuove che si costruiscono e si installano.

Questo tipo di atomizzatore richiede una maggiore quantità di conoscenze e di pratica da utilizzare rispetto ad altri tipi di atomizzatori e sono popolari tra i vaporizzatori più esperti. Comunque anche in questo caso il funzionamento basilare è lo stesso.

Per essere ancora più precisi possiamo dire che il vapore è in realtà prodotto dalla bobina o dal nastro metallico, avvolto attorno ad uno stoppino.

Per molti versi questa è la parte più semplice dell’apparecchio: lo stoppino porta il liquido alla bobina che, riscaldata dalla batteria, lo vaporizza.

Dunque, gli atomizzatori di e-cig riscaldano delicatamente il liquido fino a quando non si trasforma in un vapore che si può inalare, poi a seconda della scelta tra liquidi tabaccosi, liquidi cremosi, liquidi fruttati e liquidi speciali otterrete un certo tipo di “sapore”.

Comunque, è questo il motivo per cui l’atomizzatore si trova sempre tra il serbatoio e il bocchino di una e-cig; deve poter aspirare il liquido del serbatoio da un lato per produrre il vapore dall’altro.

L’unica eccezione a questo, è un tipo speciale di atomizzatore conosciuto come atomizzatore a goccia. Questo tipo di atomizzatore rilascia vapore dalla stessa estremità da cui riceve il liquido.

Leggi anche: Sigarette elettroniche online: 5 consigli per riconoscere quelle di qualità

Essendo un componente “critico”, l’atomizzatore gioca un ruolo importante nella progettazione complessiva di una sigaretta elettronica e svolge anche un ruolo da protagonista per definire la qualità di una sigaretta elettronica, nel tipo di esperienza di vaporizzazione che si ottiene.

Per questo gli atomizzatori usa e getta non possono essere considerati il massimo della scelta.

Un atomizzatore è un dispositivo molto semplice al suo interno e può essere assemblato e progettato in una grande varietà di modi. Ecco perché gli atomizzatori di e-cig variano così tanto in dimensioni, forma, componenti e nel modo in cui i vari componenti sono collegati.

Tutti questi fattori, compreso il modo in cui l’atomizzatore si collega alle altre parti della sigaretta elettronica, determinano la qualità complessiva della sigaretta elettronica e il suo funzionamento.

Ecco perché una sigaretta elettronica con il suo atomizzatore studiato e progettato appositamente darà un’esperienza diversa dall’usa e getta.