Consumo di liquido nella sigaretta elettronica: quando è eccessivo?

Ecco quando il consumo di liquido per sigaretta elettronica è eccessivo

Pensi di utilizzare una quantità eccessiva si e-liquid? Ecco quando il consumo è troppo

Hai il dubbio che la tua sigaretta elettronica stia consumando troppo liquido? Pensi di utilizzare ogni giorno una quantità di e-liquid eccessiva?

In questo articolo ti spiegheremo quali sono i fattori che influiscono sul consumo quotidiano di liquido per e-cig. Ce ne sono diversi, alcuni dipendenti dal dispositivo utilizzato e altri dipendenti dalle tue abitudini.

Inoltre, affronteremo il tema del ‘troppo consumo’. Come avrai modo di vedere, non esiste una quantità di liquido giornaliera eccessiva in senso assoluto. Nessuno può dirti che ne stai utilizzando troppo: devi valutarlo tu in base alla situazione.

Sei pronto? Si parte.

Ci sono diversi fattori che determinano il consumo di liquido per sigaretta elettronica

Ecco quali caratteristiche della sigaretta elettronica influiscono sul consumo di liquido

È difficile stabilire con precisione quale sia il livello di consumo medio per quanto riguarda i liquidi per sigaretta elettronica. Questo valore può variare notevolmente in base a numerosi fattori che dipendono sia dal dispositivo utilizzato che dalle abitudini del vaper.

Partiamo dalle caratteristiche di una sigaretta elettronica che influiscono sul consumo.

La resistenza è quella parte del dispositivo composta da un filo di metallo che viene scaldato quando si preme il tasto ‘fire’. La sua funzione è quella di vaporizzare il liquido assorbito dal cotone della coil. Non ho intenzione di annoiarti con complicate spiegazioni in materia di fisica. Ti basti sapere che le resistenze non sono tutte uguali: ognuna di esse consuma il liquido a un ritmo differente.

Quelle contenute nei dispositivi polmonari (DTL) sono progettate per assorbire molta energia, raggiungere alte temperature e produrre grandi quantità di vapore. Per questo motivo, i vaper che usano sigarette elettroniche DTL possono arrivare a consumare più di 10/15 ml di e-liquid al giorno.

Le e-cig da guancia (MTL), invece, contengono resistenze molto meno potenti e producono una quantità di vapore decisamente inferiore rispetto a quelle polmonari. Chi svapa con questi dispositivi, di solito non utilizza più di 4/5 ml di liquido al giorno.

Un altro fattore che influisce sul consumo dell’e-liquid è la consistenza del flusso d’aria che passa attraverso l’atomizzatore. Questo valore può essere regolato in quasi tutti i dispositivi grazie alla presenza di un meccanismo progettato per coprire i fori di aerazione. Un tiro molto ‘arioso’ produce grandi quantità di vapore ma aumenta il consumo di liquido.

Leggi anche: Marche liquidi sigaretta elettronica: guida all’acquisto

Come le tue abitudini da vaper influiscono notevolmente sul consumo di liquido per sigaretta elettronica

Come abbiamo accennato in precedenza, un altro fattore che influisce sul consumo di e-liquid sono le abitudini del vaper.

In tanti adorano produrre degli enormi nuvoloni e configurano il proprio dispositivo in modo da erogare una potenza molto alta (c’è chi svapa a più di 100 Watt!). Ovviamente, questa scelta determina un altissimo consumo di liquido, oltre che una durata ridotta delle batterie. Insomma, se ti piace produrre vapore come una locomotiva, c’è un prezzo da pagare!

Il consumo di liquido è determinato anche dalla frequenza con la quale un vaper effettua le boccate. Il chain vaping, ovvero l’abitudine di fare un tiro dietro l’altro in maniera quasi compulsiva, è molto diffuso, soprattutto tra coloro che hanno smesso di fumare le bionde da poco tempo. Talvolta, la scelta di svapare in questo modo è dettata dalle preferenze personali. Altre volte, però, l’abitudine del chain vaping è legata all’utilizzo di un liquido che contiene una concentrazione di nicotina insufficiente per soddisfare il vaper.

Se hai mal di gola per un consumo eccessivo di liquido, riduci lo svapo

Consumo del liquido di sigaretta elettronica: quando è troppo?

In linea di massima, dovresti essere tu a decidere se il tuo consumo di liquido per sigaretta elettronica è eccessivo in base alle tue esigenze.

Se ti accorgi di non riuscire a stare dietro alle spese per l’acquisto di prodotti per lo svapo, potresti decidere di risparmiare qualcosa utilizzando meno e-liquid. Attento a questa scelta, però! Se riduci il tuo consumo, la dipendenza dalla nicotina potrebbe farti ricadere nel vizio del fumo, e a quel punto ti ritroveresti a spendere ancora di più!

Un’alternativa potrebbe essere quella di acquistare un prodotto con una concentrazione di nicotina maggiore, in modo da essere soddisfatto consumandone di meno.

Un altro campanello d’allarme che potrebbe indicarti un consumo eccessivo di liquido è l’emergere di sintomi legati all’irritazione delle vie aeree, come la tosse e il mal di gola. Se ti accorgi di avere questi sintomi, cerca di svapare di meno finché non si risolvono. In caso persistano a lungo, chiedi consiglio al tuo medico.

Leggi anche: Liquidi sigaretta elettronica sicuri: quali scegliere per non rischiare

 In conclusione

Abbiamo spiegato quali sono i fattori che influiscono sul consumo di liquido per sigaretta elettronica.

Non è possibile definire quando il consumo di e-liquid è ‘troppo’ in senso assoluto: sei tu a doverlo decidere in base alle tue esigenze e alla situazione. Naturalmente, se si presentano problemi di salute legati a uno svapo eccessivo, non trascurarli e fai in modo di risolverli il prima possibile. Se necessario, rivolgiti al tuo medico di fiducia.

Per ridurre al minimo i rischi di irritazione delle vie aeree, scegli solo liquidi di ottima qualità come quelli che potrai trovare su Terpy, lo shop per vaper numero 1 in Europa!