Come rigenerare l’atomizzatore della sigaretta elettronica: guida per principianti

Come rigenerare l'atomizzatore della sigaretta elettronica

Tutto quello che c’è da sapere per fare la rigenerazione della e-cig

Hai appena iniziato a svapare e vuoi sapere in che modo si effettua la rigenerazione dell’atomizzatore della sigaretta elettronica? Non c’è da stupirsi: tutti i vaper principianti hanno bisogno di qualcuno che li accompagni alla scoperta degli aspetti inerenti alla manutenzione del proprio dispositivo.

Nelle prossime righe ti spiegherò in cosa consiste la rigenerazione dell’atom, come si esegue, di quali strumenti avrai bisogno per farla e ogni quanto dovrai provvedere a questa operazione.

In cosa consiste la rigenerazione dell’atomizzatore della sigaretta elettronica

Quando si parla di rigenerare l’atomizzatore della e-cig ci si riferisce a una procedura di normale manutenzione che consente di ottenere un’esperienza di vaping ottimale. Naturalmente questa operazione riguarda esclusivamente gli atom rigenerabili, noti anche come RBA (rebuildable atomizer). Pertanto, se possiedi un atomizzatore di questo tipo, per avere uno svapo di qualità non solo dovrai curarti della pulizia di questo componente ma dovrai anche provvedere a rigenerarlo a cadenza periodica agendo su un elemento cruciale: la resistenza.

Se osservi bene il tuo tank, noterai che la coil viene fissata alla base del deck e può essere rimossa. Ecco, poiché con il tempo e con l’utilizzo la bobina di filo resistivo e il cotone che assorbe i liquidi da svapo si usurano, occorre fare una sosta ai box, rimuovere i componenti logori e sostituirli. A breve scoprirai qual è il procedimento per eseguire questa operazione. Prima, però, voglio fornirti una lista del materiale di cui avrai bisogno, in modo da farti trovare pronto (o pronta).

Rigenerare la coil

L’occorrente per rigenerare la sigaretta elettronica

Lo svapo è una pratica che non si limita alla semplice inalazione dei vapori prodotti dai liquidi fruttati, cremosi o tabaccosi, ma include tante altre operazioni. Non a caso, ogni vaper che si rispetti possiede un vero e proprio kit paragonabile a una cassetta degli attrezzi per un idraulico o un elettricista. Non temere, per rigenerare il tuo atomizzatore non dovrai dotarti di tanti attrezzi. Il materiale necessario per comporre la resistenza include:

  • cotone;
  • un filo resistivo.

In merito al filo, sappi che ogni modello di e-cig necessita di una determinata tipologia di resistenza, dunque assicurati di acquistarne uno del materiale giusto. In seguito, invece, ti voglio elencare i vari strumenti di cui avrai bisogno per realizzare una coil nuova di zecca e montarla nel tuo atom:

  • una tronchesina;
  • una pinza con la punta obliqua;
  • una barra di metallo sulla quale avvolgere il filo (chiamata coil jigger);
  • un giravite di piccole dimensioni;
  • delle forbici.

Una volta fatta la spesa, potrai metterti all’opera per effettuare la tua prima rigenerazione dell’atomizzatore. Ora ti illustro i vari passaggi che dovrai compiere.

Leggi anche: Sfatiamo le bufale più clamorose sulla sigaretta elettronica

Come fare la resistenza della sigaretta elettronica

Dando per scontato che tu abbia preso informazioni sulle caratteristiche del tuo dispositivo e abbia acquistato una bobina di filo resistivo idoneo, la prima operazione che dovrai eseguire (di fatto, la più importante) è la realizzazione della nuova coil. A tal proposito, è importante che tu sappia quante spire avrà la tua resistenza e su che tipo di punta andrai a crearle. La punta non è altro che la sezione sulla quale andrai ad avvolgere il filo. A seconda del diametro che dovrà avere la tua resistenza sceglierai la punta adatta servendoti del coil jigger.

Le prime volte è consigliabile tagliare un pezzo di filo più lungo rispetto al necessario (non vorrai rischiare di non poter completare il tuo lavoro per mezzo centimetro in meno). Tagliato il filo? Bene, ora non ti resta che iniziare ad avvolgerlo sulla barretta metallica in senso orario avendo cura di tenderlo bene in modo che le spire siano ben salde. Conclusa questa operazione dovrai estrarre la coil dal jigger, posizionarla nel deck con le estremità sulle due torrette e stringere le vitine per fissarla.

A questo punto, sarai a metà dell’opera. Sì, perché all’interno della bobina metallica manca ancora il cotone. Anche in questa fase dovrai mettere alla prova le tue doti artigianali andando prima a tagliare uno strato di cotone di circa 6 cm, poi a modellarlo fino a creare una sorta di baffetto che possa essere posizionato agevolmente all’interno della resistenza. Et voilà. Il gioco è fatto!

I primi tentativi potrebbero richiedere una certa attenzione e tempistiche lunghe, ma con la pratica imparerai a rigenerare il tuo atomizzatore in men che non si dica.

La resistenza della sigaretta elettronica incide sulla svapata

Ogni quanto rigenerare l’atomizzatore

Come ti ho già detto, la rigenerazione si rende necessaria quando l’usura della coil inizia a incidere negativamente sulla svapata. I vaper più esperti si accorgono di una resistenza che inizia a difettare durante lo svapo, ma tu che sei agli inizi potresti non aver sviluppato tale sensibilità. Pertanto, è probabile che ti stia domandando con quale cadenza occorra rigenerare la coil.

La risposta non può che essere orientativa. In alcuni casi ogni due settimane, in altri tre. Dipende da fattori come i materiali del filo, i liquidi utilizzati e la frequenza dello svapo. E poi, ovviamente, sulla durata della coil incide anche la frequenza e la qualità della sua manutenzione. Se non rimuovi regolarmente i residui e le impurità che si formano sulla bobina con un lavaggio o con un dry burn, la resistenza si rovinerà prima e ti vedrai costrett0 (o costretta) a rigenerare l’atom molto più spesso.

Leggi anche: Con una buona manutenzione la tua sigaretta elettronica durerà più a lungo. Ecco come farla nel modo corretto

In conclusione

In questo articolo ti ho dato dei suggerimenti affinché tu possa muovere i tuoi primi passi nella rigenerazione dell’atomizzatore della tua e-cig. Questa operazione, alla pari di altre, è importantissima se si desidera avere un’esperienza di svapo al top. Ovviamente, un elemento altrettanto importante è la qualità dei liquidi.

Se sei alla ricerca di liquidi per la sigaretta elettronica che rendano il tuo svapo un’esperienza sensoriale indimenticabile, visita lo shop di Terpy. Nel nostro negozio online troverai un’ampia selezione di e-liquid e aromi per lo svapo adatti a tutti i gusti.

Ti aspettiamo su Terpy.it!