Come pulire il filtro della sigaretta elettronica: breve guida pratica

Pulire il filtro della sigaretta elettronica è molto importante per mantenere bene il dispositivo

Così va effettuata la pulizia del filtro della sigaretta elettronica

Il filtro della sigaretta elettronica è una componente fondamentale, in quanto rappresenta il punto di collegamento tra il dispositivo elettronico e il fumatore. Nello specifico, stiamo parlando di un elemento formato da due cavità poste nelle due estremità opposte, dove una si collega all’atomizzatore e l’altra permette la fuoriuscita del vapore inalato.

Ogni filtro, essendo soggetto a un utilizzo continuo e costante, va incontro a una sorta di usura, tale per cui bisognerà provvedere alla sua manutenzione quotidiana con particolare attenzione. Ciò significa dover porre in essere specifiche operazioni di pulizia, al fine di conservarlo in ottimo stato quanto più possibile, sia dal punto di vista funzionale, sia per quanto riguarda la sua durata.

Andiamo ora a vedere perché questi gesti sono così importanti, fornendo una piccola guida sui principali passaggi da mettere in pratica per prendersi cura della sigaretta elettronica e, nel caso specifico, del filtro.

La manutenzione del filtro della sigaretta elettronica aiuta a farla durare di più

Manutenzione e pulizia: perché sono importanti

Quando si decide di approcciarsi al mondo del fumo elettronico, si deve essere consapevoli del fatto che sarà necessario seguire determinate regole che attengono alla manutenzione e alla cura del proprio dispositivo. Ogni sigaretta elettronica, infatti, è formata da diverse componenti, tutte smontabili e separate tra loro: questo aspetto è particolarmente importante, in quanto consente di poterle pulire in modo minuzioso, eliminando residui e tracce di sporcizia che, inevitabilmente, si vanno ad accumulare con l’utilizzo quotidiano dello strumento.

Per fumare in modo soddisfacente e per essere certi che la propria sigaretta elettronica funzioni sempre alla perfezione, non basta, infatti, acquistare un prodotto di marca, certificato e di alta qualità; tutti questi aspetti, da soli, non sono sufficienti e devono, necessariamente, essere accompagnati da una costante e periodica manutenzione.

Questi gesti quotidiani assicurano non soltanto un elevato grado di pulizia e, quindi, di sicurezza dal punto di vista dell’igiene, ma mettono anche al riparo da eventuali malfunzionamenti dell’apparecchio, evitando quanto più possibile danni o problematiche specifiche legate al meccanismo interno della sigaretta elettronica.

La maggior parte degli intoppi, infatti, sono causati da incuria o da sporcizia che si accumula all’interno delle componenti della sigaretta elettronica, impedendo, di fatto, il corretto flusso del vapore. Una manutenzione attenta e costante, invece, è la chiave per far sì che la durata del proprio dispositivo di prolunghi quanto più possibile.

Inoltre, l’insieme di questi gesti va a incrementare o, quantomeno, a mantenere alti gli standard qualitativi di quella che viene definita una buona svapata, senza comprometterne intensità e sapore.

Le parti della sigaretta elettronica non sono solo smontabili ma, anche, intercambiabili: ciò significa che è anche possibile sostituire gli elementi con altri nuovi, in base al tipo e all’importanza dell’usura. È proprio questa modularità che consente di poter allungare la vita della sigaretta elettronica, agendo sulle singole parti, piuttosto che doverla continuamente sostituire, come invece succede con le sigarette elettroniche usa e getta.

Leggi anche: Filtro sigaretta elettronica: quanto dura e quale scegliere

Come pulire il filtro della sigaretta elettronica: i passaggi da seguire

Parlando specificatamente del filtro della sigaretta elettronica, è importante sottolineare che questo elemento è fondamentale ai fini delle prestazioni che un dispositivo può offrire.

Come sopra anticipato, il filtro rappresenta la parte più a contatto con la bocca del fumatore, di conseguenza è fondamentale assicurarsi che sia sempre pulito e perfettamente funzionante. Questo aspetto è rafforzato anche dal fatto che il filtro della sigaretta elettronica non è coperto ma, anzi, molto esposto ed è quindi facile che vada incontro a urti oppure che al suo interno si raccolgano polvere e saliva.

La costanza nella manutenzione, in questo caso, è veramente l’unico modo per far sì che non si vada incontro a problemi tali per cui potrebbe essere necessario dover sostituire il filtro oppure l’intera sigaretta, portandola in assistenza.

Per pulire il filtro della vostra e-cig, vi basterà seguire alcuni semplici passaggi, avendo cura di porli in essere con costanza e continuità. Per prima cosa, esistono diversi modi per pulire la sigaretta elettronica e ciò varia in base alla profondità delle operazioni che si eseguono: esistono gesti che vale la pena attuare quotidianamente, così come pulizie più accurate che si possono anche distanziare di qualche giorno oppure attuare solamente in casi specifici.

Quando si tratta di pulire il filtro, è preferibile non procrastinare le operazioni ma portarle avanti giornalmente. Per prima cosa, sarà necessario staccare il filtro dal suo alloggiamento, separandolo dall’atomizzatore a cui è collegato.

Le operazioni sono semplici ma non vanno sottovalutate. Innanzitutto, è possibile effettuare una pulizia più grossolana soffiando all’interno del filtro per eliminare i granelli più visibili, per poi andare più in profondità, magari utilizzando un po’ di carta assorbente oppure dello scottex, così da non lasciare pericolosi residui. Detto questo, è possibile lavare il filtro con un po’ di sapone neutro, avendo cura di non lasciarne alcuna traccia e risciacquandolo con acqua calda.

Dal momento che il filtro è dotato di due piccole cavità poste sui due lati opposti, è fondamentale che all’interno non rimanga dell’acqua che, altrimenti, potrebbe creare della condensa che andrebbe, poi, a diretto contatto con l’atomizzatore, rischiando non solo di far proliferare pericolosi germi e batteri, ma anche di determinare la comparsa di ruggine, inficiando così il funzionamento del meccanismo interno della sigaretta elettronica.

Tutti questi passaggi sono collegati tra loro e uno non deve prescindere dall’altro, altrimenti si renderebbe nullo l’intero processo.

Pulire frequentemente il filtro della sigaretta elettronica è una buona abitudine

I benefici della frequente manutenzione del filtro

Il filtro, così come tutti gli elementi che compongono la sigaretta elettronica, devono essere sempre puliti a fondo, fin dal primo utilizzo. Queste operazioni sono estremamente importanti, come già detto, e comportano tutta una serie di benefici.

Partiamo dicendo che una costante manutenzione allunga la vita della sigaretta elettronica nel suo complesso. Essendo un dispositivo meccanico soggetto a un utilizzo continuo, è inevitabile che alcuni ingranaggi possano, col tempo, incepparsi, determinando un calo della qualità della fumata e una diminuzione delle prestazioni complessive. Per ovviare a tutto ciò o, perlomeno, per evitare che si presentino eventuali malfunzionamenti prima del previsto, l’utente dovrà armarsi di un po’ di pazienza per detergere con cura la propria sigaretta, partendo proprio dal filtro.

Attraverso il filtro passa la maggior parte della sporcizia, oltre che il vapore che viene inalato dal fumatore. Proprio per questa ragione, è importante evitare che si creino delle ostruzioni dovute principalmente a incuria. La manutenzione, in questo caso, porterebbe, quindi, a un miglioramento tangibile della qualità delle svapate, così come a evitare di dover portare continuamente la sigaretta in assistenza, con conseguenti lunghi tempi di attesa per la riparazione.

Infine, come già detto, un filtro pulito permette di avere un controllo anche dal punto di vista dell’igiene, scongiurando, quanto più possibile, che la sporcizia raggiunga direttamente il cavo orale del fumatore.

Leggi anche: Spedire sigarette elettroniche per posta: ciò che devi sapere

Come smaltire i filtri della sigaretta elettronica?

Le sigarette elettroniche sono sempre più diffuse ma, poiché è fondamentale sostituire i suoi componenti, sarebbe importante anche informare correttamente gli utenti sui processi di smaltimento, in modo da salvaguardare l’ambiente e porre in atto comportamenti corretti e rispettosi.

Nel caso specifico dei filtri delle e-cig, abbiamo detto che la sola manutenzione e pulizia potrebbe non bastare, dovendo, in alcuni casi, pensare anche alla loro sostituzione. In questo caso, dove gettare il vecchio filtro?

I filtri, solitamente, sono realizzati con materiali plastici ipoallergenici, di conseguenza, a seconda delle specifiche disposizioni comunali, dovrebbe essere possibile gettarli nell’apposito contenitore per la raccolta della plastica. In caso di dubbio, si consiglia di rivolgersi al proprio rivenditore o direttamente al produttore.

Se sei interessato all’acquisto di prodotti per svapare, fai un salto sullo store di Terpy. Potrai trovare un’ampia scelta di sigarette elettroniche, liquidi svapo e aromi svapo per tutti i gusti. Troverai sicuramente quelli più adatti a te!

Ti aspettiamo su Terpy.it!