Come fare il liquido per la sigaretta elettronica

istruzioni pratiche per fare il liquidi per sigaretta elettronica

Tutto ciò che devi sapere per realizzare ottimi liquidi per sigaretta elettronica.

Sono tanti i motivi che possono spingere un fumatore a passare dalla sigaretta tradizionale alla sigaretta elettronica, tra cui smettere di fumare e allo stesso tempo non abbandonare il gesto. Per non parlare dei liquidi sigaretta elettronica gustosi, personalizzabili e a cui si possono aggiungere discrete percentuali di nicotina liquida.

Da quando hanno fatto capolino nel panorama commerciale, nonostante i pareri contrastanti, sono tantissime le persone che hanno dimostrato forte interesse per le e-Cig, così come sono tanti i vantaggi legati al loro utilizzo.

Oltre all’indiscutibile fatto che è decisamente meno nociva della “bionda” tradizionale, un altro dei principali vantaggi dell’utilizzo della sigaretta elettronica è che permette di risparmiare considerevolmente, a fronte di un piccolo investimento iniziale.

Come se non bastasse, i vaper hanno perfino la possibilità di crearsi i propri liquidi svapo da soli e a casa, arrivando a risparmiare fino al 90% rispetto a quanto spenderebbero per acquistarlo già pronto.

Se anche tu sei uno svapatore incallito e appassionato del fai-da-te, nei prossimi paragrafi vediamo allora come fare il liquido per la sigaretta elettronica.

Leggi anche: Ricette liquidi per sigaretta elettronica

Sigaretta elettronica con liquido: come funziona

Prima di addentrarci nella spiegazione dettagliata di come fare i liquidi sigaretta elettronica, è bene soffermarci brevemente sul funzionamento del dispositivo.

La sigaretta elettronica si compone essenzialmente di tre parti: 

  • Resistenza
  • Cartuccia del liquido
  • Beccuccio di aspirazione

Alla sua attivazione, il surriscaldamento della resistenza provoca l’evaporazione del liquido aromatizzato contenuto nella cartuccia. Il fumatore (o meglio, svapatore) attraverso il beccuccio aspira il fumo generato, che in realtà è del semplice vapore.

Da qui, vediamo due dei principali motivi che fanno della sigaretta elettronica un’alternativa più sana rispetto alla sigaretta tradizionale e addirittura, per alcuni, risulta essere un valido aiuto per abbandonare gradualmente il vizio del fumo, pur non rinunciando del tutto all’abitudine della gestualità.

La prima importante differenza rispetto alle sigarette tradizionali, è che nelle e-cig viene meno il processo di combustione, il quale è ben noto per essere causa della produzione di scorie altamente nocive per la salute.

Il secondo aspetto fondamentale, invece, è che il tabacco viene sostituito da un liquido aromatizzato che può contenere o meno nicotina liquida, in base al desiderio o necessità di chi ne fa uso.

strumenti per fare il liquido sigaretta elettronica

Come fare il liquido per la sigaretta elettronica: gli ingredienti 

Per realizzare in casa i liquidi svapo non occorre giocare al piccolo chimico, né è necessaria una laurea in farmaceutica.

Allontana dalla tua mente l’immagine dello scienziato in laboratorio che si destreggia tra pozioni e provette. Fare il liquido per la sigaretta elettronica è un gioco da ragazzi e bastano soltanto 3 ingredienti base:

  • Glicole Propilenico
  • Glicerolo vegetale
  • Aromi

Inoltre, sono facoltativi:

Vediamo nel dettaglio cosa sono questi composti e a cosa servono.

Glicole Propilenico per sigaretta elettronica

Il Glicole Propilenico (in sigla PG) è un additivo vegetale inodore e insapore dalla consistenza piuttosto viscosa. 

Utilizzato largamente per usi industriali, quando impiegato nella preparazione degli e-liquid è responsabile dell’intensità dell’aroma

Quindi maggiori saranno le quantità di PG nel liquido, più intenso sarà il gusto ad ogni svapata ma, essendo un liquido più denso, diminuisce l’intensità di vapore che si sprigiona.

Il Glicole Propilenico si può trovare facilmente in farmacia, disponibile in vari formati, oppure può essere ordinato su Amazon o altri store online.

Glicerolo Vegetale per liquidi svapo

Il Glicerolo Vegetale (in sigla VG) è un composto organico meglio noto con il nome di glicerina, impiegato comunemente anche per usi alimentari, per la preparazione di creme e sciroppi, oppure in ambito cosmetico.

Anch’esso inodore e incolore ma dal sapore dolciastro, maggiore è la sua concentrazione nel composto, più sarà intenso il vapore che viene prodotto.

Aromi sigaretta elettronica

Eccoci arrivati all’elemento fondamentale di tutta la ricetta, uno dei principali motivi per il quale potresti decidere di realizzare da solo e a casa i liquidi per sigaretta elettronica.

Partendo dal presupposto che si ha solo l’imbarazzo della scelta perchè gli aromi in commercio sono tantissimi, possiamo suddividerli in 3 macro-categorie:

  1. Aromi Fruttati
  2. Aromi Cremosi
  3. Aromi Tabaccosi

Gli aromi fruttati sono quelli più diffusi e amati.

Come suggerisce il nome stesso richiamano il sapore dei frutti e di conseguenza se ne troveranno alcuni con aroma dolce e altri più aspri. 

I cremosi sono quelli più lussuriosi, per quanti vogliono regalarsi il piacere di assaporare un aroma goloso ad ogni boccata. 

Cioccolato, caffè, nocciola, meringa, biscotto, marshmallow e altre golosità degne di una pasticceria.

Infine, i tabaccosi sono quelli preferiti da quanti amano il sapore forte del tabacco e non vogliono rinunciarvi optando per un’alternativa meno nociva al tabacco bruciato della sigaretta.

Oltre ad avere, quindi, una vastissima scelta, è possibile combinare due o più aromi per creare mix nuovi e particolari

Leggi anche: Sigaretta elettronica: con o senza liquido?

Come fare il liquido per la sigaretta elettronica: le dosi

Dopo aver spiegato nel dettaglio i componenti che servono per creare un e-liquid e le loro caratteristiche, vediamo adesso come fare il liquido per la sigaretta elettronica in maniera rapida e sicura.

Prima di tutto bisogna munirsi di guanti in lattice, siringhe dosatrici e barattoli richiudibili ermeticamente (meglio se in vetro, quelli in plastica possono impregnarsi di odori e residui).

Dopodiché è necessario stabilire se vuoi creare un liquido per tiro a guancia (che genera più vapore) o a polmone (più intenso, ma con meno vapore).

Di conseguenza, una combinazione equilibrata per la prima tipologia di liquido è così composta:

  • 50% Glicole Propilenico
  • 40% Glicerolo Vegetale
  • 10% Aroma

Per il secondo caso, invece, si può procedere così:

  • 90% Glicerolo Vegetale
  • 10% Glicole Propilenico

La percentuale di aromi sigaretta elettronica nel composto è variabile, solitamente è consigliabile aggiungere 10 ml di aroma ogni 100 ml di liquido base.

L’acqua distillata può essere aggiunta al solo scopo di diluire la miscela e renderla meno viscosa.

Una volta combinati tutti gli ingredienti, vanno lasciati a macerare dai 10 ai 30 giorni dentro i barattoli chiusi ricordandosi di agitarli ogni tanto.