Atomizer short: come risolvere questo problema anche se sei un principiante

Atomizer short: come risolvere

Le cause degli avvisi ‘atomizer short’ e ‘atomizer low’ e le possibili soluzioni

Non è per nulla divertente provare ad azionare la propria sigaretta elettronica e visualizzare un messaggio come ‘atomizer short’ o ‘atomizer low’, invece che fare una bella svapata.

Quando accade, il tuo dispositivo ti sta dicendo “Hey amico, c’è qualcosa che non va. Finché non rimetti le cose a posto non posso funzionare, mi spiace”.

Ok, ma cos’è che non va e come ci si può sbarazzare di questo problema prima che la mancanza di nicotina prenda il sopravvento facendoci perdere le staffe?

Nel seguente articolo ti spiegherò quali sono le cause più comuni di questi due messaggi di errore e cosa puoi provare a fare per risolverli da te.

Mod smontata poggiata su un tavolino

Atomizer short: ecco cosa può causare questo problema

Se il display della tua mod mostra l’avviso ‘atomizer short’, significa che c’è qualche problema nel passaggio della corrente attraverso il circuito che collega la batteria della tua sigaretta elettronica alla resistenza.

Ci sono varie cause che possono dare origine a questo imprevisto:

  • contatto tra il filo della resistenza e l’atomizzatore. Può accadere per diversi motivi, ad esempio quando la filettatura del contatto tra il tank e la mod è danneggiata. In questo caso, la resistenza può essere spinta verso l’alto e il filo di metallo può entrare in contatto con il camino dell’atomizzatore, causando il cortocircuito;
  • testina difettosa;
  • batteria difettosa;
  • mod danneggiata.

Leggi anche: La sigaretta elettronica può esplodere? Ecco qual è la verità (e come evitare questo rischio)

Come affrontare il problema atomizer short

Per risolvere questo malfunzionamento, la prima cosa da fare è cercare di identificare la causa.

Innanzitutto, prova a sostituire la resistenza: se inserendone una nuova la sigaretta elettronica riprende a funzionare correttamente, allora il tuo compito termina qui.

In caso contrario, dai uno sguardo alle batterie. Rimuovile e controlla che l’involucro esterno non sia danneggiato. Verifica anche che non abbiano qualche altro problema testandole con un caricabatterie: ti accorgerai subito se non sono più in grado di accumulare energia a causa di qualche danno nella loro struttura interna.

Se scopri che il cortocircuito è causato dalle batterie, non ti resta che sostituirle.

Verifica anche che le filettature dell’attacco 510 dell’atomizzatore e della base del tank non abbiano dei danni: a volte, basta una leggera incongruenza per causare il malfunzionamento della tua sigaretta elettronica. Se il problema risiede proprio nelle filettature, sostituendo la base dell’atomizzatore dovresti riuscire a risolverlo definitivamente.

Se dopo aver effettuato tutti i controlli che ti ho indicato non riscontri nessuna anomalia, allora molto probabilmente la causa del malfunzionamento è la mod. In questo caso, non puoi fare altro che acquistarne una nuova.

Atomizzatore con una potenza massima bassa

Avviso atomizer low: di cosa si tratta e quali sono le cause

Se leggi ‘atomizer low’ sul display della tua mod, non devi temere alcun corto circuito del dispositivo: questo avviso, infatti, indica semplicemente che la resistenza non è compatibile con la tua mod. In questo caso, il circuito di sicurezza della sigaretta elettronica rileverà l’incompatibilità e impedirà l’attivazione dell’atomizzatore.

Questo problema si manifesta molto spesso quando si utilizza una mod con una bassa potenza massima con resistenze sub-ohm: queste ultime, infatti, funzionano solo ad alti wattaggi.

A volte, però, l’origine di questo imprevisto può risiedere in un malfunzionamento dell’atomizzatore o della mod.

Atomizer low: alcune possibili soluzioni

Per risolvere questo problema, prima di tutto controlla le specifiche della tua mod e le informazioni indicate dal produttore. Durante questa verifica, potresti accorgerti che il dispositivo non è compatibile con la resistenza che stai utilizzando: in questo caso, sostituiscila con una tra quelle consigliate dal produttore.

Se usi un atomizzatore RBA, assicurati che la resistenza che hai montato sia stata realizzata nel modo corretto: potresti aver commesso qualche errore durante la rigenerazione. Prova a farne un’altra e verifica se l’avviso atomizer low si ripresenta ancora.

Se tutti questi controlli non portano a nulla, allora probabilmente è arrivato il momento di sostituire l’atomizzatore o la mod (o, forse, perfino entrambi!).

Testa entrambe queste componenti con altre che funzionano correttamente: prima, monta un atomizzatore sul quale non nutri alcun dubbio sulla mod e prova ad attivarlo. Poi, ripeti lo stesso processo montando il tuo atom su una mod perfettamente funzionante.

Al termine di queste verifiche, avrai individuato le componenti che dovrai sostituire per riprendere a goderti le tue sessioni di svapo.

Leggi anche: Che cos’è il cartomizzatore e qual è la differenza con gli altri atomizzatori? Facciamo chiarezza

In conclusione

In questo articolo ti ho spiegato quali sono le cause degli avvisi ‘atomizer short’ e ‘atomizer low’ e quali controlli puoi effettuare per provare a risolvere questi problemi da solo.

Come ti ho spiegato, in alcune situazioni l’unica soluzione è sostituire alcune componenti della tua sigaretta elettronica con altre nuove: potresti dover acquistare un nuovo atomizzatore, delle batterie di ricambio o perfino una mod nuova di zecca!

In ogni caso, una volta risolti questi imprevisti, potrai riprendere immediatamente a goderti le tue sessioni di svapo in completo relax, magari gustando i liquidi per sigaretta elettronica che puoi trovare su Terpy!