Si può entrare allo stadio con la sigaretta elettronica? Ecco cosa dice la legge

Si può entrare allo stadio con la sigaretta elettronica?

Normativa italiana sullo svapo: quello che devi sapere prima di portare con te la tua e-cig allo stadio

Sei un accanito tifoso della tua squadra del cuore, ma tra le tue passioni rientra anche lo svapo? Se è così, probabilmente ti starai chiedendo se hai la possibilità di entrare allo stadio portando con te la tua fedele sigaretta elettronica e goderti le partite assieme a un ottimo e-liquid al tuo gusto preferito.

Si tratta di un interrogativo molto diffuso tra i nostri utenti e, più in generale, tra tantissimi vaper italiani. E la risposta non è così semplice come alcuni potrebbero pensare.

In questo articolo spiegheremo tutto quello che c’è da sapere sui regolamenti degli stadi italiani in materia di sigarette elettroniche.

Tifoso che esulta per la propria squadra del cuore

Fumo e svapo negli stadi: cosa prevede la legge?

Come noto, la normativa italiana è decisamente più severa nei confronti delle sigarette rispetto allo svapo. In particolare, la legge Sirchia promulgata ben 20 anni fa ha sancito il divieto di fumo nei luoghi pubblici al chiuso, tra i quali (ovviamente) non rientrano gli stadi. Con la comparsa sul mercato delle sigarette elettroniche, in un primo momento tale norma venne estesa anche alle e-cig, ma questa decisione fu di breve durata e venne rapidamente annullata da un successivo provvedimento.

In seguito, con il D.l. n. 104 del 2013 è stato sancito il divieto di svapo in determinati luoghi, tra i quali gli ospedali, gli Istituti scolastici, gli Istituti di pena per minori, i Centri di formazione professionale e quelli per l’impiego. E ancora oggi è questa la norma di riferimento che disciplina la possibilità di utilizzare le sigarette elettroniche.

In sostanza, solo nei luoghi sopracitati è vietato svapare: di conseguenza, sarebbe lecito pensare che sia possibile portare con sé la propria sigaretta elettronica all’interno degli stadi. E, in effetti, in linea generale è proprio così. D’altronde, lo stadio è un luogo all’aperto e al suo interno, di norma, non è vietato fumare. Sarebbe il colmo se i tifosi potessero consumare le sigarette tradizionali, ma non quelle elettroniche, no?

Tuttavia, ci sono alcune importanti precisazioni da fare in merito.

Leggi anche: Cosa mettere in bocca al posto della sigaretta quando non riesci a resistere alla tentazione di fumare

Fumo e svapo negli stadi italiani: ecco a chi spetta decidere in merito

Vedi, nonostante il fumo e lo svapo negli stadi sono consentiti a livello di normativa nazionale, l’ultima parola in merito spetta all’autorità che amministra la struttura, ovvero il comune (negli stadi pubblici) o la società proprietaria (negli stadi privati). Insomma, prima di provare a entrare in un impianto sportivo con la tua sigaretta elettronica dovresti informarti sul regolamento interno.

Attualmente, non esiste alcun divieto di svapo o di fumo in alcuni importanti stadi italiani, tra i quali l’Olimpico di Roma e il Diego Armando Maradona di Napoli.

Nella maggior parte delle strutture, però, l’amministrazione ha deciso di proibire il consumo di sigarette tradizionali e di consentire l’utilizzo delle e-cig. Tra gli stadi in cui vige il divieto di fumo, ma non di svapo, vi sono:

  • l’Allianz Stadium della Juventus;
  • il Dall’Ara di Bologna;
  • il San Siro di Milano;
  • la Dacia Arena di Udine;
  • l’Artemio Franchi di Firenze.

Ad oggi, in serie A esiste un solo stadio nel quale sono proibite sia le sigarette tradizionali che quelle elettroniche: il Bentegodi di Verona.

Supporters allo stadio

Sigarette elettroniche allo stadio: rispetta le regole, ma anche gli altri spettatori

Ricapitolando, se desideri portare la tua sigaretta elettronica allo stadio informati accuratamente sul regolamento interno. Di norma tutte le società sportive calcistiche italiane riportano questi dati sul proprio sito ufficiale.

Nota bene: anche quando entri in una struttura nella quale lo svapo è consentito cerca sempre di usare il buon senso. Le persone che ti stanno intorno potrebbero non gradire i tuoi nuvoloni di vapore. E se la tua presenza dovesse diventare molesta, le autorità deputate alla sicurezza negli stadi potrebbero decidere di allontanarti dall’impianto.

Di conseguenza, sarebbe opportuno portare con te un dispositivo discreto, possibilmente da guancia e con una potenza non troppo elevate. Evita le sigarette elettroniche polmonari e, in generale, tutti i dispositivi progettati per il cloud chasing. In questo modo non rischierai di indispettire gli altri tifosi e di rovinare lo spettacolo a chi, come te, ha deciso di passare alcune ore a seguire dal vivo la propria squadra del cuore.

Leggi anche: Sigaretta elettronica RDA: di cosa si tratta e cosa devi sapere prima di acquistarne una

In conclusione

In questo articolo abbiamo scoperto che nella maggior parte degli stadi italiani lo svapo è consentito e i tifosi sono liberi di godersi le loro sigarette elettroniche in totale libertà. L’unico limite rimane, come sempre, il buon senso.

Prima di salutarti, ti invito a dare uno sguardo ai prodotti in vendita sullo store di Terpy: liquidi per sigaretta elettronica, aromi concentrati, nicotina liquida e tanti altri articoli dedicati ai vaper come te.

Provali subito: ti aspettiamo!