Iqos o sigaretta elettronica: quali sono le differenze e qual è meno nociva per la salute

Iqos o sigaretta elettronica

Ecco cosa cambia tra la Iqos e la sigaretta elettronica

Abbandonare il vizio del fumo non è facile, e chi dice che basta la tanto decantata buona volontà probabilmente non ha mai conosciuto la schiavitù del tabagismo. Fortunatamente, oggi esistono dei dispositivi di ultima generazione in grado di aiutare anche i fumatori più incalliti in questa impresa.

Stiamo parlando della sigaretta elettronica e della Iqos. Spesso questi due prodotti vengono identificati sotto la stessa bandiera, ma in realtà sono completamente diversi tra loro. Nelle prossime righe scoprirai quali sono le differenze tra i due dispositivi e, soprattutto, quale tra questi genera meno danni alla salute.

Cosa cambia tra Iqos e sigaretta elettronica

Le differenze sostanziali tra Iqos e e-cig

Da decenni, ormai, il mercato tenta di offrire ai fumatori delle soluzioni valide per smettere di fumare. Negli ultimi anni, però, si sono fatti notevoli passi in avanti grazie a dispositivi come le sigarette elettroniche e le Iqos, che hanno rimpiazzato i classici prodotti antifumo del passato come i chewing gum e i cerotti alla nicotina.

Sia Iqos sia e-cig sono strumenti validissimi nella lotta al tabagismo. Tuttavia, sebbene a livello superficiale possano sembrare simili tra loro si differenziano in aspetti piuttosto importanti, primo fra tutti la presenza del tabacco. Questo è il tratto distintivo più significativo tra Iqos e sigaretta elettronica.

Iqos è un dispositivo sviluppato dalla più grande azienda produttrice di tabacchi del mondo, la Philip Morris. Probabilmente ti basterà sapere questo per intuire che il tabacco è incluso in questa apparecchiatura. A differenza della sigaretta tradizionale, però, Iqos non prevede alcuna combustione. La miscela di tabacco viene inserita nel dispositivo e riscaldata a circa 350° C da una resistenza. In questo modo è possibile tirare e assaporare il tabacco senza che vengano prodotti né fumo né cenere.

La sigaretta elettronica, invece, funziona diversamente. Al suo interno è presente una resistenza elettrica che non riscalda tabacco, bensì un batuffolo di cotone imbevuto di un liquido da svapo. Con il calore prodotto dalla resistenza, il liquido evapora e viene inalato. Il processo utilizzato nella e-cig, dunque non è il riscaldamento ma la vaporizzazione.

Appurato il diverso funzionamento dei due dispositivi, ti starai domandando quale sia quello meno dannoso per la tua salute. Ne parleremo nel prossimo paragrafo.

Leggi anche: Come scegliere il filo resistivo ideale per rigenerare il tuo atomizzatore

Iqos, sigaretta elettronica e sigaretta classica: quale fa più male

Diciamo subito una cosa: sia la Iqos sia la sigaretta elettronica sono meno nocivi rispetto alla sigaretta analogica. Quest’ultima, infatti, sprigiona migliaia di sostanze nocive (molte delle quali cancerogene).

Tuttavia, è opportuno che tu prenda consapevolezza del fatto che il dispositivo prodotto dalla Philip Morris include il tabacco e, sebbene non vi sia una vera e propria combustione, le sostanze in esso presenti vengono liberate durante l’utilizzo e inalate dall’utilizzatore. Gli studi eseguiti finora su Iqos hanno dunque evidenziato una dannosità inferiore rispetto al fumo tradizionale ma non hanno escluso danni potenziali.

E la sigaretta elettronica?

Beh, questo dispositivo è presente sul mercato da molti più anni e gli scienziati hanno raccolto una quantità di dati decisamente maggiore in merito alla sua sicurezza. Il fatto che il tabacco non sia mai presente nelle e-cig e che esse funzionino per vaporizzazione implica che, con l’utilizzo di liquidi di qualità, questi dispositivi siano i più sicuri per la salute tra quelli presi in esame.

Se volessimo attribuire una percentuale di nocività a tutti questi prodotti potremmo dare il 100% alle classiche bionde, il 30% alle Iqos e il 5% alle sigarette elettroniche.

Iqos effetti collaterali

La e-cig è la soluzione migliore per smettere di fumare senza effetti collaterali

Il fatto che la sigaretta elettronica permetta di ridurre del 95% la possibilità di far danni all’organismo rispetto alla sigaretta tradizionale è un motivo più che sufficiente per optare per questa soluzione se si desidera smettere di fumare. Tuttavia molte persone – e tu potresti essere tra queste – temono che anche svapando i liquidi tabaccosi continuerebbero a desiderare la sigaretta analogica a causa dell’astinenza dalla nicotina.

Beh, c’è una grande notizia per te: nei liquidi per la sigaretta elettronica non solo è possibile includere la nicotina liquida, ma ogni vaper può variare il dosaggio in base alle sue preferenze. Questo aspetto rende la e-cig lo strumento migliore per abbandonare la sigaretta classica perché la quantità di nicotina può essere diminuita progressivamente. Inoltre, dopo i primi tempi, potrai disabituarti progressivamente anche al gusto del tabacco sperimentando i tantissimi liquidi cremosi e liquidi fruttati presenti in commercio.

Dulcis in fundo, con la e-cig potrai dire addio non solo al fumo e ai suoi danni ma anche ad alcuni effetti collaterali che – a quanto sembra – possono presentarsi anche con Iqos, ovvero mal di gola, mal di testa, tosse e nausea.

Leggi anche: Quanto devono riposare i liquidi fai da te per sigaretta elettronica?

In conclusione

Dire addio al tabagismo è la scelta più saggia che un fumatore possa fare, e farlo mediante l’utilizzo della sigaretta elettronica può aiutarti a portare a compimento i tuoi buoni propositi.

Nello shop di Terpy troverai tutto ciò che ti serve per lo svapo: liquidi pronti ma anche base eliquid, basette di nicotina e aromi concentrati per la sigaretta elettronica. Vieni a trovarci!